Home Spettacolo Martin Scorsese ricorda “quel bravo ragazzo” di Ray Liotta:”Un attore brillante e...

Martin Scorsese ricorda “quel bravo ragazzo” di Ray Liotta:”Un attore brillante e appassionato”

0

Roma, 27 mag. – Martin Scorsese ricorda “quel bravo ragazzo” di Ray Liotta:”Un attore brillante e appassionato”. L’attore diventato famoso proprio grazie al film diretto dal regista newyorkese 32 anni fa si è spento ieri all’età di 67 anni mentre si trovava nella Repubblica Dominicana, impegnato sul set del film ‘Dangerous Waters’. L’attore è morto nel sonno.

Martin Scorsese ricorda “quel bravo ragazzo” di Ray Liotta:”Un attore brillante e appassionato”

“Sono assolutamente sconvolto di fronte all’improvvisa morte di Ray Liotta. Aveva un talento unico, era un attore coraggioso. Interpretare Henry Hill in Goodfellas era un compito difficile, perché il personaggio aveva moltissime sfaccettature e una grande complessità di livelli differenti; e in più era presente praticamente in ogni scena. Mi ha totalmente sorpreso, e sarò sempre orgoglioso del lavoro che abbiamo fatto insieme in quel film. Il mio cuore è vicino ai suoi cari, e soffre per la sua perdita così prematura” Sono state queste le dichiarazioni di Scorsese in merito alla morte prematura dell’attore.

Tanti i messaggi di cordoglio

Anche Robert De Niro, ha ricordato il collega: “Mi rattrista moltissimo venire a conoscenza della morte di Ray. Era troppo giovane per andarsene. Riposa in pace”. Così come Kevin Costner che ha recitato con Liotta nel ‘L’uomo dei sogni’ ed ha scritto in un tweet:”Sono devastato dalla notizia della morte di Ray Liotta. Nel mio cuore sarà sempre “Shoeless” Joe Jackson. Quello che è successo allora nel film è stato reale”. Anche la regista di “Cocaine Bear”, in cui ha lavorato Liotta, Elizabeth Banks ha scritto un tweet per onorare la sua memoria:”Quando un attore del calibro di Ray si fida di te come regista è un dono. Ma Ray mi ha dato molto di più. In passato i produttori di Hollywood mi dissero che gli uomini non mi avrebbero dato retta, che non potevo dirigere action per questo motivo. Il rispetto di Ray per me come regista, attrice e artista, come suo capo sul set, significava tutto perché se puoi dirigere Henry Hill puoi fare qualsiasi cosa in questa città. Grazie Ray”.

Ida Cesaretti

 

 

 

Previous articleTerribile incidente sulla Tiburtina, feriti uno scooterista e un’automobilista
Next articleLotta agli hacker, Poletti: “L’Italia deve recuperare terreno”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here