Home Cronaca ‘Un giorno di ordinaria follia’: scappa dall’ospedale, ruba un’auto e ne distrugge...

‘Un giorno di ordinaria follia’: scappa dall’ospedale, ruba un’auto e ne distrugge 4 con un machete

0

Roma, 26 mag. – ‘Un giorno di ordinaria follia’: scappa dall’ospedale, ruba un’auto e ne distrugge 4 con un machete. Il 21enne era in cura presso l’ospedale di Colleferro quando intorno alle 11 di ieri mattina, mercoledì 25 maggio, è riuscito a scappare dall’ospedale a rubare l’auto della malcapitata di turno e poi con un machete ha distrutto quattro macchine.

‘Un giorno di ordinaria follia’: scappa dall’ospedale, ruba un’auto e ne distrugge 4 con un machete

Una mattinata di ‘ordinaria follia’ quella vissuta da chi ha assistito al pauroso episodio. Per cause ancora in fase di accertamento non si comprende il motivo per cui il giovane sia riuscito a scappare dal reparto in cui si trovava. Non appena fuori il nosocomio ha aggredito e minacciato una donna per farsi dare l’autovettura. Da lì a poco il 21enne è andato ad impattare contro delle auto. Ha poi brandido un machete, distrutto 4 auto in sosta e tentato di rubarne un’altra. Increduli i passanti che si sono trovati ad essere spettatori della follia del giovane, in diversi hanno iniziato ad allertare le forze dell’ordine.

L’arresto

I militari dell’Esercito italiano ed un carabiniere libero dal servizio attirati dalle urla della donna appena rapinata del suo mezzo si sono messi subito alla ricerca del giovane. Chiamati i rinforzi, i carabinieri hanno raggiunto il giovane ed hanno cercato di placare il suo stato d’animo, una volta riusciti a ‘distrarlo’ dal suo intento lo hanno bloccato e riportato in ospedale per medicare le ferite procuratesi durante gli eventi. Il 21enne è stato tratto in arresto in attesa di giudizio.

Ida Cesaretti

Previous article“E’ solo una frattura del femore non si preoccupi” e gli amputano una gamba: a processo 9 medici
Next articleRoma, usava il garage come ‘deposito’: arrestato con 50 kg di hashish

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here