Home Cronaca Processo a Enrico Varriale, la vittima in aula conferma le violenze subite

Processo a Enrico Varriale, la vittima in aula conferma le violenze subite

0

Roma, 10 mag. – Processo a Enrico Varriale, la vittima in aula conferma le violenze subite. Ieri la donna, che lo scorso agosto ha denunciato il giornalista di RaiSport per stalking e violenza, è stata sentita dal giudice.

Processo a Enrico Varriale, la vittima in aula conferma le violenze subite

Un processo a porte chiuse quello che vede coinvolto il giornalista nonché ex vicedirettore di RaiSport. Le era stata offerta una somma di 15 mila euro per ritirare la denuncia ma la donna, a conferma delle presunte aggressioni, ha rifiutato ed ha preferito raccontare in Tribunale quanto le è accaduto. Una serie di aggressioni verbali, di atti persecutori che sono culminati in violenza fisica lo scorso agosto. A seguito della denuncia presentata dalla presunta vittima, la Procura aveva chiesto per Varriale ed ottenuto come misura cautelare un divieto di avvicinamento a meno di 300 metri dalla donna ed un divieto di poter comunicare con lei neanche per interposta persona. Secondo l’accusa, “con condotte reiterate, il giornalista ha molestato e minacciato la donna cagionandole un perdurante stato di ansia e paura e un fondato timore per la propria incolumità costringendola ad alterare le proprie abitudini di vita”. Nel capo di imputazione viene riportato l’episodio riferito allo scorso 6 agosto quando “durante un alterco per motivi di gelosia” ha aggredito la donna causandole lesioni con una prognosi di 5 giorni.

Le conferme dichiarate dalla vittima in aula

Una volta interrotta la relazione la donna avrebbe dichiarato che il giornalista ha iniziato a mostrare comportamenti persecutori costituti da innumerevoli telefonate e messaggi, nonché ad aspettarla sotto casa e a citofonarle ripetutamente. L’avvocato della donna, Teresa Manente, ha dichiarato che: “La mia assistita è stata estremamente attendibile perché precisa, circostanziata e chiara su tutti i fatti che ha denunciato di persecuzione e lesione. Le sue dichiarazioni trovano conferma in tutti i numerosi messaggi ricevuti da parte di Varriale ad agosto e depositati al momento della querela”. La donna inoltre è stata seguita da un centro antiviolenza ‘Differenza donna’ la cui responsabile sarà sentita in aula.

La difesa 

L’avvocato di Enrico Varriale, Fabio Lattanzi, ha dichiarato che: “La narrazione della donna ha evidenziato che c’è stato un solo episodio di violenza, refertato con soli cinque giorni di prognosi. Nessuno stalking invece, tanto che la signora ha confermato di non avere mai chiesto di non cercarla più e di non mandarle messaggi”. Lo stesso Varriale in aula ha dichiarato che c’è stato un forte litigio tra i due ma di non averla mai sfiorata con un dito.

Ida Cesaretti

Previous articleVendevano i dati personali degli italiani. Indagati finanzieri e funzionari
Next articlePalamara: “Mi candido alla prossime politiche. La giustizia non può essere vendetta”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here