Home Cronaca Smentita la morte di Mino Raiola: il procuratore sportivo “combatte”

Smentita la morte di Mino Raiola: il procuratore sportivo “combatte”

0

Roma, 28 apr -Mino Raiola, agente di alcuni tra i migliori calciatori del mondo e uno dei re riconosciuti del calciomercato, è in gravi condizioni all’ospedale San Raffaele di Milano ma “ancora vivo e combatte”. A rivelarlo è stato José Fortes Rodriguez, braccio destro di Raiola, smentendo le indiscrezioni sulla morte del procuratore prima che la notizia venisse confermata anche dal professor Zangrillo, dell’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ospedale milanese, e da una nostra fonte molto ben informata.

Secondo Zangrillo, Mino Raiola sarebbe appunto ancora vivo e “sta combattendo”. Malato da qualche mese, Raiola era stato operato d’urgenza al San Raffaele di Milano a gennaio e da allora non è mai stato in grado di riprendersi del tutto. Nato a Nocera Inferiore il 4 novembre del 1967, Raiola ha avuto una brillante carriera come procuratore dopo essersi affermato in Olanda, dove ha cominciato a occuparsi della gestione di alcuni calciatori riuscendo a farsi un nome anche in Italia grazie alla sua intermediazione nei trasferimenti di Michel Kreek, Marciano Vink e Pavel Nedvěd.

Moltissime le operazioni milionarie di cui si è reso protagonista a partire dal passaggio di Ibrahimovic dall’Inter al Barcellona nel 2009 per arrivare a quello di Mario Balotelli al Manchester City, di Paul Pogba prima alla Juventus e poi al Manchester United e, negli ultimi anni, al passaggio di Haaland dal Salisburgo al Borussia Dortmund e di de Ligt dall’Ajax alla Juventus.

Nel 2020 Forbes lo aveva inserito al quarto posto al mondo tra i procuratori con un fatturato da 84,7 milioni di dollari avendo chiuso affari per 847,7 milioni di dollari.

Ida Cesaretti

Previous articlePugno di ferro contro la prostituzione: controlli a tappeto della polizia
Next articleSabatina Napolitano presenta il romanzo “Origami”: “Mi sento sposata a Roma, ma dopotutto chi non lo è?”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here