Home Cronaca Notte da incubo per una 16enne: conosce un uomo sul web e...

Notte da incubo per una 16enne: conosce un uomo sul web e lui tenta di ucciderla

0
'ndrangheta

Roma, 1 apr. – Notte da incubo per una 16enne: prima adescata sul web e poi l’uomo tenta di ucciderla. E’ successo a Civitavecchia nella notte tra il 26 ed il 27 marzo scorso. I carabinieri nella mattinata odierna hanno convalidato l’arresto di un 32enne del posto, gravemente indiziato del reato di tentato omicidio ai danni di una 16enne anche lei italiana che aveva precedentemente conosciuto mediante i social networks e con la quale aveva deciso di condividere il fine settimana.

Notte da incubo per una 16enne: prima adescata sul web e poi l’uomo tenta di ucciderla

I fatti sono accaduti nella notte tra sabato e domenica, quando i Carabinieri sono intervenuti presso un bed & breakfast del centro storico di Civitavecchia, dopo che i genitori della giovane avevano chiamato in stato di forte agitazione il 112 affermando che la figlia si trovava in pericolo. Quando la pattuglia dell’Arma si è portata presso la struttura ricettiva, l’attenzione dei militari è stata immediatamente attirata dalle urla della giovane, aggrappata disperatamente alla ringhiera del balcone mentre l’uomo stava cercando di sollevarla di peso e gettarla oltre il parapetto. Alla vista dei Carabinieri, il 32enne ha immediatamente desistito dal proprio intento, liberando per qualche istante la giovane che è così riuscita ad aprire loro la porta d’ingresso della stanza.

La resistenza all’arresto

Negli attimi successivi, mentre la ragazza veniva portata al pronto soccorso dell’Ospedale San Paolo di Civitavecchia, l’uomo, che appariva in palese stato di alterazione psicofisica, si è rifiutato di seguire i militari in caserma, distruggendo vari suppellettili della struttura e costringendo gli operanti a contenerlo fisicamente. Successivamente è stato condotto in caserma e poi è portato nel carcere di Regina Coeli. il Tribunale di Civitavecchia ha convalidato l’arresto ed irrogato nei confronti del soggetto la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa e ai luoghi da lei frequentati.

Elisabetta Valeri

Previous articleChoc a Roma, gioielliere minacciato con una pistola e rapinato: arrestato un 19enne
Next articleRoma, serata di terrore per Raul Moro: prima aggredito e poi derubato dell’auto
Avatar
Romana, classe 1987, cresciuta a Primavalle. Laureata in giurisprudenza, giornalista da per passione e voglia di raccontare la città

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here