Home In Evidenza (FOTO) Roma, Palamara presenta “Lobby & Logge”: la conferenza con Morra, Sabella...

(FOTO) Roma, Palamara presenta “Lobby & Logge”: la conferenza con Morra, Sabella e Purgatori

0

Roma, 17 mar – E’ stato lo stesso senatore, nonché Presidente della Commissione parlamentare Antimafia, Nicola Morra, a volere fortemente e annunciare la conferenza e dibattito che ha come centro proprio il libro – intervista di Luca Palamara con Alessandro Sallusti Lobby e Logge, che offre anche uno spunto critico sulla riforma Cartabia. A Roma, nella Sala Caduti di Nassirya a Piazza Madama, erano presenti anche il magistrato antimafia Alfonso Sabella e il giornalista Andrea Purgatori, che di questi temi ha parlato spesso in tv.

Morra: “Ha pagato solo Palamara”

“Io ho la propensione a tutelare chi paga per tutti e Palamara, che era uno dei registi delle trame poste in essere dal sistema, è stato radiato per accordi e comportamenti posti in essere con altri” ha detto il Presidente della Commissione parlamentare Antimafia Nicola Morra, alla conferenza stampa dal titolo ‘Lobby e Logge. Spunti di riflessione’ alla presenza del magistrato Alfonso Sabella e dell’ex presidente Anm, autore insieme al giornalista Alessandro Sallusti, del libro intervista ‘Lobby e logge: le cupole occulte che controllano ‘il sistema’ e divorano l’Italia’. ”Ad oggi – ha osservato Morra – ha pagato solo Palamara perché forse l’ordine è mettere la polvere sotto il tappeto”.

“Non sono qui nel ruolo di vittima”

“Non sono qui nel ruolo di vittima, ma è normale che chi ha fatto parte di quel sistema o ne ha beneficiato tenda a prenderne le distanze, anzi io posso dire che ci sono stati tanti magistrati che di questo meccanismo non hanno fatto parte che mi hanno chiesto di raccontarlo. Anzi, il mio racconto è rivolto principalmente a quella parte della magistratura che è presente e sarà presente a breve, quando verrà rinnovato il Csm, mi hanno chiesto di far comprendere appunto quali erano questi meccanismo perché il senso di questo racconto nasce, come dico spesso, da una lettera che arrivò sulla nostra mailing list dei magistrati da parte di un giudice calabrese che mi disse ‘Scusa, ma io che lavoro ho fatto rispetto al tuo?” ha detto Palamara nel corso della conferenza stampa promossa dal senatore Nicola Morra “‘Perché mi sembra di fare due lavori diversi’. E in effetti è così, perché ci sono tantissimi magistrati che mandano avanti di fatto la macchina della giustizia”. “Quello che è poi che ha raccontato anche un magistrato che è stato al di fuori di questo meccanismo, che è Nino Di Matteo: una volta entrato al Csm ha potuto constatare come quel mondo è un mondo completamente diverso rispetto ad esempio a quello che porta avanti le indagini di mafia o le indagini sul potere. Sono due mondi completamente diversi”. ”L’argomento va affrontato senza ipocrisia, non mettendo la polvere sotto al tappeto né facendo dei sottili distinguo anche nei rapporti tra magistratura e politica – ha continuato l’ex pm – ci sono situazioni in cui magistratura e politica si interfacciano nella gestione del potere”.

Sabella: “Serviva anno zero”

“Io sono stato quanto di più lontano da Palamara, sono stato un cane sciolto non legato al mondo correntizio, ritenevo e ritengo che l’indipendenza fosse un dovere del magistrato. Oggi sono qui, ci metto la faccia perché voglio difendere l’ordine giudiziario perché la stragrande maggioranza dei nostri colleghi fa il suo lavoro” ha invece detto il magistrato Alfonso Sabella. Secondo Sabella ”il sistema è tutt’altro che cambiato”. Sabella ha sottolineato che i tanti magistrati che lavorano ogni giorno senza far parte delle correnti, il sistema lo conoscevano già: ”Non abbiamo approfittato dell’occasione che il re era nudo, serviva un anno zero”. ”Abbiamo avuto un’occasione e l’abbiamo sprecata”, ha concluso.

Luciano Guido

Previous articleRoma, casa cinematografica ‘riciclava’ il denaro del clan
Next article“Se mi lasci metto online le tue foto hard”: arrestato fidanzato violento
Avatar
Luciano Guido, classe 1982. Appassionato sin da piccolo di fumetti, film e scrittura. Ama lo sport ed è particolarmente affezionato alla zona del litorale sud della Capitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here