Home Dal Mondo La Russia bandita anche da EA games: la nazionale non parteciperà a...

La Russia bandita anche da EA games: la nazionale non parteciperà a “Fifa 2022”

0

Roma, 7 Mar – La Russia bandita anche da EA games: la nazionale non parteciperà a “Fifa 2022”. Il 28 febbraio scorso è stata decretata l’esclusione della Russia dalla partecipazione dei mondiali di calcio che si terranno in Qatar. Sulla scia della decisone da parte della Fifa, anche la famosa compagnia produttrice di videogame ha deciso di bandire le squadre russe.

La Russia bandita anche da EA games: la nazionale non parteciperà a “Fifa 2022”

Il 28 febbraio scorso è stata decretata l’esclusione della Russia dalla partecipazione dei Mondiali di calcio che si terranno in Qatar. Sulla scia della decisone da parte della Fifa, anche la famosa compagnia produttrice di videogame ha deciso di bandire le squadre russe. Inoltre L’EA ha deciso di non vendere più in Russia i videogame da loro prodotti. Un altro gesto di solidarietà nei confronti dell’Ucraina. Anche i videogiocatori di eSports sono stati “colpiti” dal “boicottaggio russo”. L’Esl, la società tedesca che ne organizza i tornei, ha dichiarato che qualunque videogiocatore abbia legami con il governo russo sarà escluso dalle gare. La Virtus.Pro, in un suo tweet, ha accusato la società tedesca di mettere in atto la c.d. “cancel culture”. Nonostante l’indignazione è comunque a compromessi con l’Esl e si presenterà con un nome neutrale.

Il “boicottaggio russo” continua

Ormai la Russia viene colpita non solo da una serie di sanzioni poste da governi, organizzazioni sportive ma da continui atti di solidarietà nei confronti del popolo ucraino. In Italia vediamo come famose enoteche hanno deciso di non vendere più vodka prodotta in Russia, o “vietare” l’ingresso a turisti russi in alcuni alberghi, negli Stati Uniti, famosi cocktail russi come il “Moscow Mule”, “Capiroska” e “White” e “Black Russian”, siano stati rinominati in “Kiev Mule”, “Capi Island” e “White” e “Black Ukranian”. Inoltre il famoso social cinese Tik Tok, ha deciso di “chiudere le porte” ai russi non permettendone più le dirette e la visione dei video.

Elisabetta Valeri

Previous articleCaffarella, ecologisti occupano uno stabile: la lotta antifascista si declina in “giustizia climatica”.
Next articleElisabetta Gregoraci soffre per il popolo ucraino: “Sto male, ho gli incubi la notte”
Avatar
Romana, classe 1987, cresciuta a Primavalle. Laureata in giurisprudenza, giornalista da per passione e voglia di raccontare la città

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here