Home Cronaca Riforma Csm, Nordio: “Solo il sorteggio può limitare le correnti”

Riforma Csm, Nordio: “Solo il sorteggio può limitare le correnti”

0
CARLO NORDIO EX MAGISTRATO

Roma, 11 feb. – Csm, per Carlo Nordio: “Solo il sorteggio può limitare le correnti”. Le dichiarazioni dell’ex magistrato dopo l’annuncio della riforma del Csm fatto dal guardiasigilli Marta Cartabia.

Riforma Csm, Nordio: “Solo il sorteggio può limitare le correnti”

“Al di fuori del sorteggio non esiste nessuna possibilità di limitare, ridurre o addirittura eliminare la degenerazione delle correnti. Il sistema elettorale, quale che esso sia, manterrebbe comunque la possibilità da parte delle correnti di dividersi le candidature. L’unico sistema è il sorteggio che però porrebbe dei problemi di ordine costituzionale. Tuttavia il sorteggio temperato, ossia di una elezione fatta nell’ambito di un canestro di magistrati e giuristi sorteggiati, potrebbe essere compatibile con la Costituzione”. E’ quanto ha dichiarato Carlo Nordio intervenendo allo speciale #ilcaffedelmercoledì, conversazione settimanale organizzata dalla Fondazione Luigi Einaudi, che andrà in onda stasera alle 19 su tutti i canali social della FLE.

Approvata la riforma del Csm. Cartabia: “Stop alle porte girevoli per i magistrati”

Il ministro della Giustizia Marta Cartabia in conferenza stampa a palazzo Chigi ha descritto le linee guida della riforma dell’ordinamento giudiziario e del Consiglio superiore della Magistratura approvata dal Consiglio dei ministri.  “La riforma dell’ordinamento giudiziario e del Consiglio superiore della magistratura era una riforma ineludibile. Per una ragione imminente, che è la scadenza del Csm attualmente in carica e che dovrà rinnovare con le proprie elezioni nel mese di luglio, ma anche per accompagnare, stare a fianco della magistratura in questo percorso di rinnovamento”. Queste le parole della ministra durante la conferenza stampa insieme al primo ministro Mario Draghi nell’annunciare la votazione all’unanimità in consiglio dei ministri. Cartabia cita il presidente della Repubblica e il suo messaggio alle Camere in cui chiedeva di accompagnare e stare a fianco della magistratura in questo percorso di rinnovamento e pieno recupero della fiducia e della credibilità. La ministra ricorda poi come “Questa riforma è frutto di un confronto e dialogo iniziato molti mesi fa e che ha coinvolto anche la Magistratura. È una riforma esigente nei confronti dei giudici e che risponde ad una esigenza della Magistratura per essere più severa per se stessa perché il moto di recupero della credibilità arriva dal di dentro”.

Luciano Guido

Previous articleCucciolo rapito a Monterotondo mentre era nella macchina dei padroni: “Aiutateci a ritrovarlo”
Next articleAcciuffato il maniaco del 766: molestava da mesi studentesse sul bus
Avatar
Luciano Guido, classe 1982. Appassionato sin da piccolo di fumetti, film e scrittura. Ama lo sport ed è particolarmente affezionato alla zona del litorale sud della Capitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here