Home Cronaca Scappa dall’ospedale per accendere un falò davanti alla chiesa

Scappa dall’ospedale per accendere un falò davanti alla chiesa

0
Scappa dall'ospedale - fuoco

Roma, 8 feb – Scappa dall’ospedale per accendere un falò davanti alla chiesa: il 25enne originario della Nuova Guinea è stato trovato dai carabinieri nell’area della parrocchia di Ariccia-Fontana di Papa.

Scappa dall’ospedale per accendere un falò davanti alla chiesa

Scappa per ben due volte nel volgere di 24 ore dall’ospedale dove era ricoverato. Prima viene  trovato dai carabinieri mentre si scaldava con un falò acceso sul sagrato di una parrocchia di Ariccia, poi dopo la seconda fuga torna di sua sponte al Nuovo ospedale dei Castelli da solo. Sono le 6:30 di domenica mattina quando dalla parrocchia Ariccia-Fontana di Papa viene richiesto l’intervento del 112: un ragazzo, dopo aver scavalcato la recinzione della chiesa di piazzale Pietro Nenni, ha  acceso un fuoco con dei cartoni proprio nel cortile esterno della parrocchia. Quando sono arrivati sul posto  i carabinieri della stazione di Cecchina, hanno identificato un 25enne della Nuova Guinea. Era ancora davanti al fuoco acceso nel sagrato e indossava un pigiama nonché aveva ancora addosso gli elettrodi di una macchina diagnostica. Era infatti fuggito dal nuovo ospedale dei Castelli.

Potrebbe essere denunciato

Riportato proprio all’ospedale di Ariccia, non è passato molto tempo che il giovane è poi scappato di nuovo: l’allarme è scattato lunedì mattina. Il 25enne della Nuova Guinea è poi tornato in ospedale da solo, dopo alcune ore. Il ragazzo sarebbe risultato irregolare sul territorio italiano e potrebbe essere allontanato dal Paese. E’ ancora in osservazione al nosocomio di Ariccia, e potrebbe essere denunciato per danneggiamento qualora il parroco sporgesse denuncia.

Ida Cesaretti

Previous articleUcciso e bruciato da 4 egiziani: dietro l’omicidio il business delle frutterie
Next articleRoma, gli ruba le carte di credito e poi lo minaccia: “Se denunci ti accuso di stupro”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here