Home Cultura Follie neo-femministe: la Cartabia al Tg3 diventa “guardiasigilla”

Follie neo-femministe: la Cartabia al Tg3 diventa “guardiasigilla”

0
Cartabia

Roma, 8 geb – Follie neo-femministe: la Cartabia al Tg3 diventa “guardiasigilla”. Proprio così: e non è un caso, perché quest’appellativo, scorretto in italiano e cacofonico in qualsiasi lingua, è stato affibbiato per ben due volte al ministro della Giustizia dalla giornalista Valentina Antonello.

Follie neo-femministe: la Cartabia al Tg3 diventa “guardiasigilla”

Come tutti voi saprete (o almeno così ci si augura) in Italia il ministro della Giustizia ha anche il nome di “guardiasigilli”. Come ci ricorda il sito Vigilanzatv.it che per primo ha denunciato quest’orrore linguistico, il termine deriva dall’antico dovere del ‘gran cancelliere’, che aveva in custodia i sigilli del sovrano o dello stato e ne sorvegliava l’esatta apposizione. Va da sé che essendo il punto focale della locuzione i ‘sigilli’, anche se diventasse ministro una donna l’appellativo rimarrebbe invariato. Ma c’è chi per solerte afflato neo-femminista ha deciso di dargli un (innecessario) tocco politically correct.

Il sesso dei sigilli

E così per riferirsi al titolare del ministero della Giustizia Marta Cartabia, Valentina Antonello del Tg3 le si rivolge come “guardiasigilla”. Si, avete letto bene (o sentito bene, se vi trovavate davanti all tv). E no, non si tratta di un lapsus come hanno sperato o ipotizzato numerosi utenti social sorpresi da questa scelta – perché di scelta si tratta. Una manciata di giorni dopo il primo episodio la la stessa giornalista, sempre al Tg3, l’ha ripetuta: “guardiasigilla”. Ed è subito cringe. Ora, va bene che il Tg3 è fortemente a ‘tinte rosa’ (la direttrice è infatti Simona Sala) ma non si esagera un po’, così? Bisogna cambiare sesso a ‘sti poveri sigilli per rendere merito a Marta Cartabia?

Ilaria Paoletti

Previous articleMeloni: “Non vaccino mia figlia. Giovani e Covid? Stesse possibilità di venire uccisi da un fulmine”
Next articleFollia a San Lorenzo, distrugge 23 macchine in sosta poi lancia un palo contro i carabinieri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here