Home Cronaca Stalking e violenza, Enrico Varriale va a processo

Stalking e violenza, Enrico Varriale va a processo

0
Enrico Varriale

Roma, 19 gen – Stalking e violenza, Enrico Varriale va a processo. L’ex direttore di Raisport è è stato accusato dall’ex compagna di averla picchiata e perseguitata.

Stalking e violenza, Enrico Varriale va a processo

Il processo a Enrico Varriale è iniziato martedì mattina in un aula di piazzale Clodio. L’ex direttore di Raisport è accusato di stalking e lesioni nei confronti dell’ex compagna. Inizialmente per il giornalsita la procura aveva chiesto e ottenuto il processo con rito immediato. Al termine dell’udienza davanti al gip dello scorso 30 settembre era stato disposto per lui il divieto di avvicinamento alla donna e ai luoghi da lei frequentati e il divieto di contattarla, anche per interposta persona. “Le condotte poste in essere dal Varriale – scriveva il gip – danno conto di una personalità aggressiva e prevaricatoria, evidentemente incapace di autocontrollo”.  La prossima udienza si terrà a porte chiuse il 9 maggio: nel corso di tale udienza verrà ascoltata proprio l’ex compagna di Varriale, difesa dall’avvocato Teresa Manente.

Tra i testimoni Paola Ferrari

I reati contestati a Varriale dalla procura contesta a Varriale si sarebbero svolti nel corso di una lite degenerata in violenza risalente al 6 agosto del 2021. La donna, con la quale il giornalista avrebbe avuto una relazione di un anno, ha riferito che quel giorno il giornalista l’avrebbe afferrata e sbattuta contro un muro, strappandole di mano il cellulare, prendendola a calci e mettendole le mani intorno al collo. All’episodio avrebbero fatto seguito telefonate e messaggi – finiti tra gli atti d’inchiesta – e appostamenti sotto casa. La donna ha deciso a settembre di presentare denuncia, allegando il referto stilato il 6 agosto dal policlinico Gemelli, con lesioni giudicabili guaribili con cinque giorni di prognosi. Varriale nega fermamente di aver perseguitato l’ex compagna   pur ammettendo la lite. Ha negato tuttavia di aver alzato l emani. Tra i testimoni ammessi al processo c’è la giornalista Paola Ferrari, chiamata dalla difesa per riferire sui fatti contestati e sulla relazione tra i due. Il portiere dello stabile è stato chiamato invece dall’accusa, poiché avrebbe assistito ad alcuni momenti della lite.

Elisabetta Valeri

Previous articleDanno fuoco ai rifiuti in pieno giorno ma vengono sorpresi dai Carabinieri
Next articleRaoul Bova accusato di violenza privata e lesioni: la lite a San Giovanni
Avatar
Romana, classe 1987, cresciuta a Primavalle. Laureata in giurisprudenza, giornalista da per passione e voglia di raccontare la città

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here