Home Cronaca Rodolfo Laganà, rubata la sua sedia a rotelle dall’androne di casa

Rodolfo Laganà, rubata la sua sedia a rotelle dall’androne di casa

0
Rodolfo Laganà

Roma, 12 gen – Rodolfo Laganà, rubata la sua sedia a rotelle dall’androne di casa. L’amato attrore romano è affetto da 4 anni da sclerosi multipla e il mezzo gli è fondamentale per spostarsi.

Rodolfo Laganà, rubata la sua sedia a rotelle dall’androne di casa

La sedia elettrica dell’attore era posteggiata sotto casa, e potrebbe essere stata rubata tra il 9 e il 10 gennaio scorsi. Due giorni fa l’amato attore ha scoperto che la sua sedia a rotelle era stata rubata e ha sporto denuncia ai carabinieri. Secondo quanto riporta Il Messaggero, i vicini non avrebbero sentito alcun rumore sospetto. I carabinieri di Trastevere stanno ora cercando di risalire agli artefici. Molto probabilmente chi ha fatto il furto non ha idea di quanto sia importante quel mezzo di spostamento, o forse è qualcuno che smontandolo possa rivendere in nero i pezzi. Si esclude che sia un atto mirato a colpire direttamente l’attore.

La carriera e la diagnosi di sclerosi multipla

Cresciuto a Roma da padre calabrese e madre abruzzese, Rodolfo Laganà ha iniziato la sua carriera nel laboratorio teatrale di Gigi Proietti. Insieme ad altri colleghi di corso (tra cui Massimo Wertmüller, Paola Tiziana Cruciani, Giorgio Tirabassi e Patrizia Loreti), ha creato il gruppo comico La Zavorra con cui ha partecipato a diverse trasmissioni televisive (tra queste il varietà di Rai 1 Al Paradise, che aveva come principali autori Antonello Falqui e Michele Guardì). Il sodalizio si scioglierà poi nel 1984. Nel 2015 ha annunciato di soffrire da quattro anni di sclerosi multipla: la rivelazione è stata fatta durante un convegno dell’AISM. Nonostante la diagnosi, egli prosegue la sua attività di attore.

Ida Cesaretti

 

 

Previous articleNeve su Roma, stanotte i primi fiocchi. Castelli imbiancati
Next articleRoma, sigaretta in bocca e divano: il consigliere si collega sdraiato: “Mica dormivo”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here