Home Cronaca Nonno insospettabile arrestato per spaccio: un deposito di droga nel seminterrato

Nonno insospettabile arrestato per spaccio: un deposito di droga nel seminterrato

0

Roma, 6 dic – Nonno insospettabile arrestato per spaccio: un deposito di droga nel seminterrato. Prosegue in maniera incessante l’azione di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nei quartieri della Capitale da parte della Polizia di Stato.

La ‘fontanella’ del Quarticciolo

Diversi sono stati gli arresti da parte dei poliziotti del V Distretto Prenestino nella periferia Est di Roma. Il primo nei pressi “della fontanella”, nota piazza di spaccio del quartiere Quarticciolo, dove gli investigatori dopo aver notato un uomo accovacciato dietro ad un muretto, lo hanno raggiunto sorprendendolo proprio mentre cercava di occultare numerosi involucri contenenti 10 grammi di cocaina. Bloccato lo hanno condotto presso la sua abitazione dove hanno rinvenuto e sequestrato materiale per il confezionamento. S.G. 50enne con numerosi precedenti di polizia, originario della provincia di Lecce, al termine degli atti di rito è stato associato presso le camere di sicurezza della locale Questura, in attesa del rito direttissimo, su disposizione del Pubblico Ministero di turno. Arresto convalidato e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

Il labirinto dei lotti

Sempre al Quarticciolo gli investigatori hanno concentrato la loro attenzione su un uomo già conosciuto alle Forze dell’Ordine e già arrestato per lo stesso reato. E’ stato notato più volte e in diversi orari della giornata arrivare presso la “fontanella” per prendere contatti con i pusher di zona. Tenuto d’occhio e appostatisi presso la sua abitazione, gli agenti lo hanno visto uscire di casa ed incamminarsi all’interno del “labirinto urbano” costituito da vari lotti abitativi del quartiere popolare e dirigersi verso la nota piazza di spaccio. Fermato per un controllo, A.R. queste le sue iniziali, è stato trovato con 50 grammi di cocaina già divisa in dosi e pronta per essere venduta. Ammanettato il 50enne è stato condotto a Piazzale Clodio dove al termine del processo, è stato condannato alla misura degli arresti domiciliari per 1 anno e 4 mesi.

Nonno insospettabile arrestato per spaccio: un deposito di droga nel seminterrato

Il terzo caduto nella rete della Polizia, è un insospettabile 63enne incensurato che aveva messo in piedi una proficua attività di spaccio. I poliziotti, approfittando del buio, si sono appostati sotto la sua abitazione dove poco dopo lo hanno visto uscire a passeggio con due cani. Fermato, l’uomo ha mostrato sin da subito evidenti segni di nervosismo che non ha convinto gli agenti che pertanto hanno deciso di fare un controllo nella sua abitazione. Qui hanno trovato un mazzo di chiavi di cui l’uomo non sapeva dare spiegazioni. Scesi nel seminterrato, dopo aver provato le chiavi su diverse porte, sono arrivati ad un vano cantina chiuso con un lucchetto dove, dopo averlo aperto con le chiavi rinvenute, al suo interno hanno rinvenuto 12 panetti di hashish del peso di ben 1, 3 Kg . Terminate le formalità di rito S.A. dopo la convalida dell’arresto è stato accompagnato agli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico, in attesa della definizione del Procedimento Penale.

La situazione a San Lorenzo

E sono stati gli investigatori del commissariato San Lorenzo, ad arrestate, in due diverse attività una donna ed un uomo per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Venuti a conoscenza che nel quartiere di Tiburtino III una donna, identificata per M.M., italiana di 50 anni, aveva messo in atto un’attività di spaccio, individuata la sua abitazione, i poliziotti le hanno fatto visita. Una volta entrati è iniziata la perquisizione domiciliare: in una busta, rinvenuta in camera da letto, hanno rinvenuto 78 bustine con chiusura ermetica contenenti 144 grammi di hashish, 43 involucri contenenti 67 grammi di hashish, 1 pezzo del peso di 26.50 grammi della stessa sostanza, 1 bilancino di precisione e materiale per il confezionamento.

Elisabetta Valeri

 

Previous articleFinesettimana di furti a Roma: 3 arresti in poche ore
Next articleAnche a Roma scatta il green pass sui mezzi pubblici: ecco i possibili punti di controllo
Avatar
Romana, classe 1987, cresciuta a Primavalle. Laureata in giurisprudenza, giornalista da per passione e voglia di raccontare la città

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here