Home Politica (Video) Covid, nuovo scandalo: migliaia di respiratori rimasti inutilizzati

(Video) Covid, nuovo scandalo: migliaia di respiratori rimasti inutilizzati

0
respiratori covid

Roma, 13 ott – Come ogni mercoledì, il web è inondato dai servizi di Fuori dal Coro, la trasmissione di Mario Giordano che, ultimamente, ha deciso di prendere una posizione nettamente contraria al green pass, corroborandola con interventi di scienziati, politici e servizi come quello sui respiratori voluti dal commissario per l’emergenza Arcuri rimasti fermi nei magazzini.

Covid, nuovo scandalo: migliaia di respiratori rimasti inutilizzati

“Qualcuno ha approfittato della pandemia per arricchirsi, qualcuno non ha vigilato come doveva fare” dice Mario Giordano. “Questa settimana Renzi ha detto che se qualcuno ha rubato durante la pandemia è alto tradimento e ha chiesto un’inchiesta pandemia, ma ci sono tante domande che vanno fatte all’ex commissario che non è indagato, e qualche risposta la deve dare”. “Abbiamo scoperto che ci sono centinaia e centinaia di respiratori negli ospedali, per i quali sono stati spesi soldi degli italiani, mai utilizzati”.

Il servizio Fuori dal Coro

Il servizio parla di centinaia di respiratori nuovi, intonsi, ma non utilizzabili, che sono stati pagati da Arcuri (coi nostri soldi) 10mila euro l’uno, per una fornitura di 2mila respiratori, arrivati alle regioni un anno e mezzo fa. Emilpaolo Manno, direttore dipartimento malattie infettive dell’ospedale Maria Vittoria di Torino, dichiara ai microfoni di Fuori dal Coro: “L’impiego clinico da subito ha dimsotrato delle lacune sulle prestazioni per i malati da terapia intensiva con polmonite Covid”. I respiratori sono arrivati da Arcuri, sono arrivati negli ospedali ma lì sono stati bocciati dai  medici come “non performanti”. Stessa situazione in Liguria: sessanta respiratori giacciono nei magazzini a causa della loro “bassa qualità”. “Ormai la dotazione di ventilatori per la terapia intensiva non solo è sufficiente, ma si sta progressivamente distribuendo su tutto il territorio nazionale”. Queste le parole di Arcuri, un anno fa, quando già le pecche su questi respiratori erano evidenti ai sanitari. Respiratori che non hanno salvato la vita di nessuno, figuriamoci quelle dei malati di Covid.

Ilaria Paoletti

Previous articleRapina a Ponte Milvio, calci e pugni in faccia per un portafoglio: minorenni i tre aggressori
Next articleAtac, un altro autista aggredito: succede a Termini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here