Home Politica Giorgia Mitrano (FdI): “Sicurezza e dignità: il cambiamento che serve al X...

Giorgia Mitrano (FdI): “Sicurezza e dignità: il cambiamento che serve al X Municipio”

0
Giorgia Mitrano
Giorgia Mitrano

Roma, 30 set – Decoro, sicurezza e dignità: sono queste le direttrici su cui da sempre si muove l’operato di Giorgia Mitrano, candidata di Fratelli d’Italia al X Municipio.

In che stato si trova Ostia oggi?

In uno stato di assoluto degrado. Vivo e lavoro da sempre nel X Municipio e ho visto ogni fase del decadimento amministrativo di questo territorio: dal commissariamento sotto la giunta Pd fino al definitivo sfacelo infrastrutturale durante gli anni di Raggi. Lavorando da sempre per il mio territorio però ho anche avuto l’opportunità di osservare la risposta dei cittadini da vicino: c’è molta voglia di riscatto.

Che intende con degrado infrastrutturale?

Buche, trasporti, emergenza rifiuti, assenza di sicurezza: la lista di tutti i problemi è davvero molto lunga. Il sistema città non funziona soprattutto perché mancano le infrastrutture di base. Ai fini della campagna elettorale si è pensato a fare ciclabili illegittime prima di pensare alle reali esigenze dei cittadini. In particolare la pista ciclabile crea disagi al commercio locale, in un momento già così complesso, perché ha tolto numerosi posti macchina utili.

A proposito di infrastrutture oggi c’è stata l’ultima protesta dei pendolari della Roma-Lido. Qual è la situazione attuale?

I pendolari Roma-Lido denunciano da molto tempo problemi sulla tratta. Inoltre, per chi arriva a Roma dall’entroterra, penso ad esempio ai cittadini di Acilia, un tragitto breve si trasforma in un viaggio della speranza. I treni quando passano – e se passano – sono spesso così pieni che è impossibile salire. Inoltre, con l’eliminazione delle tre fermate tra cui quella dell’ospedale Grassi, moltissimi sono costretti a prendere la macchina o a scendere in stazioni lontane dall’ospedale. Non parliamo solo del disagio per gli operatori sanitari ma anche per i pazienti. Una situazione gravissima.

Però a breve si farà il Metromare…

Basta annunci in pompa magna. Il “Metromare” annunciato da Zingaretti non serve: una linea già c’è ed è quella che bisogna valorizzare per non trovarci sempre al punto di partenza e sprecare i soldi dei cittadini.

Quando si parla di mafia e criminalità a Roma il pensiero corre subito a Ostia, complice anche una narrazione mediatica poco lusinghiera. Cosa c’è di vero?

Purtroppo Ostia e il X Municipio sono stati al centro di una comunicazione totalmente irresponsabile da parte di grillini e centrosinistra. Condanno fermamente le tante dichiarazioni negative che ho sentito in queste settimane: è sbagliato presentare Ostia come l’epicentro della criminalità e della mafia. Esiste sicuramente un problema legato alla sicurezza, per il quale ha molte colpe proprio l’amministrazione uscente, ma è stata fatta una campagna elettorale sulla pelle dei tantissimi cittadini onesti del X Municipio.

Michetti ha affermato che lavorerà per dare a Roma il risalto che si merita nel panorama internazionale. Succederà anche ad Ostia?

Certamente, Ostia può avere un ruolo di primo piano nella rinascita culturale di Roma. Il primo passo è valorizzare gli scavi di Ostia Antica. Potrebbe essere fatto molto di più per un percorso archeologico così grande e tutto da riscoprire.

Quali sono i pro e i contro dell’amministrazione Raggi?

I contro sono sotto gli occhi di tutti: un impoverimento generale della città e una situazione ancora più grave per il X Municipio, che rischia di sprofondare come Atlantide. L’unico lato positivo della gestione 5 stelle è che sta per terminare. Speriamo di metterci un punto tra pochi giorni. Le persone hanno voglia di cambiamento e si sente, basti guardare quello che sta facendo Giorgia Meloni: sta portando avanti una grande battaglia a livello nazionale, e le persone sono con lei, basta guardare il successo dell’ultimo evento di Fratelli d’Italia organizzato a Piazza del Popolo sabato scorso. Le persone sono con noi e ci sostengono, siamo convinti che lo faranno anche in cabina elettorale.

Previous articleCalenda ci crede: “Gualtieri ostaggio e Raggi disastro. Vinco io sicuro!”
Next articleZorya-Roma: tutte le possibili formazioni della partita di stasera
Maria Neve Iervolino
Maria Neve Iervolino è giornalista pubblicista dal 2017. Lavora nel campo della comunicazione digitale e della carta stampata occupandosi principalmente di cronaca e politica, con incursioni nel campo della cultura e della poesia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here