Home Politica Michetti risponde a Giorgetti: “E’ il popolo di Roma che decide chi...

Michetti risponde a Giorgetti: “E’ il popolo di Roma che decide chi sarà il sindaco”

0
giorgetti michetti

Roma, 29 set. – “Giorgetti è un uomo della politica importante che ha le sue idee, che io rispetto pienamente. Ci sono tre milioni di romani che debbono decidere, è il popolo di Roma che decide chi sarà il sindaco più adatto che comunque li possa rappresentare al meglio”: queste le parole di  Enrico Michetti, candidato sindaco di Roma per il centrodestra a Radio 24.

Giorgetti “scarica” Michetti?

Giancarlo Giorgetti, a La Stampa sembra aver ignorato Enrico Michetti, candidato del centrodestra, con una spietata analisi sul possibile voto: “Dipende da quanto Carlo Calenda riesce a intercettare il voto in uscita dalla destra. Nei quartieri del centro penso che sarà un flusso significativo. Ma non so come ragionino le periferie. Se Calenda va al ballottaggio con Gualtieri ha buone possibilità di vincere. E, al netto delle esuberanze, mi pare che abbia le caratteristiche giuste per amministrare una città complessa come Roma”.

Incontro segreto con Raggi, Michetti derubrica tutto a leggende metropolitane

Sulle indiscrezioni circa un incontro segreto con Raggi, Michetti derubrica tutto a leggende metropolitane: “Queste sono leggende metropolitane, non ne so assolutamente nulla, noi stiamo pensando a rivolgerci ai cittadini di Roma a prescindere degli schieramenti a prescindere dalle tessere di partito, proponendo il programma che è quello di ripartire dalle periferie, di ripartire soprattutto dalle categorie più in difficoltà che più hanno sofferto nel corso della pandemia” ha spiegato Michetti.

E sugli impianti per lo smaltimento di rifiuti, Michetti dice: “Gli impianti vanno secondo le direttive comunitarie che sono state assorbite dal piano rifiuti in cui c’è già stato dove collocare gli impianti. Gli impianti vanno collocati in posizioni equanime, per cui su tutto il territorio. Ci sono delle zone che sono vocate che sono state già definite predefinite dall’aerea metropolitana e gli vanno allocati gli impianti in maniera ciclica, per cui se si tratta di discariche di servizio avranno una durata temporale, se si tratta di impianti del recupero riciclo e quant’altro dovrà essere attivato non soltanto l’impianto ma tutta la filiera” ha risposto il candidato sindaco di Roma per il centrodestra.

“Ho ottimi rapporti sia con la dirigenza della Lazio che della Roma”

E sullo stadio per la Roma e per la Lazio, il candidato non ha dubbi: “Ho ottimi rapporti sia con la dirigenza della Lazio che della Roma- ha detto – Se vorranno fare i loro impianti, se questi saranno compatibili con l’urbanistica locale, se ci sarà la possibilità di creare posti di lavoro permanenti, se ci sarà la possibilità di qualificare un territorio, noi saremmo apertissimi, anzi, con questi presupposti, apriamo immediatamente una conferenza dei servizi preliminari, ed in 30 giorni la chiudiamo. Senza questioni ostative, la portiamo in consiglio comunale ed in 100 giorni deliberiamo il pubblico interesse per le infrastrutture, sia per la Lazio che per la Roma”.

Ida Cesaretti

Previous articleArdea, cadavere ricoperto di sangue trovato in una casa: è giallo
Next article“Non voglio andare a scuola” e cammina sull’A1 per arrivare a Milano

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here