Home Cronaca La bufala virale della mamma senza soldi al supermercato

La bufala virale della mamma senza soldi al supermercato

0
bufala

Roma, 23 set – In fila alla cassa, il display segna 26,80€, la faccia stranita: “Ah scusi ho dimenticato il bancomat, ho solo 25€ tolgo qualcosa”. Per fortuna però la mamma in difficoltà finanziarie non deve togliere nulla dal suo carrello: prontamente uno sconosciuto benefattore le fa notare che le sono “caduti” 50 euro. La mamma può quindi comprare i pannolini ai suoi bambini e portare a casa la dignità. Una storia strappalacrime perfetta per i social – e per fare crescere le interazioni al post -, se solo fosse vera.

La bufala “sbufalata” nei commenti

La storia, raccontata dalla “cassiera Irene”, è pubblicata sui profili del noto opinion leader Dario De Lucia il quale definisce la sua pagina: “Uno spazio aperto di discussione sui fatti concreti, con lo sguardo orientato al centrosinistra e a Reggio Emilia”. A sconfessare la diffusa da De Lucia ci ha pensato il giornalista Marco Zonetti, che sotto al post del digital strategist di Reggio Emilia ha spiegato:

“La signora della foto si chiama Lauren Whitney, madre di quattro figli, che nel marzo del 2020 pubblicò un video su Tik Tok nel quale piangeva disperata perché da Walmart avevano terminato i pannolini della taglia di sua figlia. Lamentando il fatto che la corsa a comprare merci in massa nei supermercati ai tempi dei primi lockdown lasciava sprovvisti gli scaffali, e lei non aveva la possibilità di comprarne venti alla volta come gli altri. Ammesso e non concesso che la storia sia veritiera, la foto non si riferisce al fatto descritto”.

Zonetti posta poi a supporto di quanto scritto un video della donna ritratta nel post di De Lucia  che piange raccontando la vicenda dei pannolini. Insomma, sicuramente la donna in foto non è la protagonista del racconto diventato virale. A confermare la bufala della mamma senza soldi al supermercato ci pensa però lo stesso autore del post.

La ritrattazione del “digital strategist”

Puntuale è seguita la smentita dello stesso De Lucia che sul suo profilo ha spiegato che la storia della cassiera, insieme a un’altra di poco precedente, altro non erano che “case history” diffusi sui social nell’ambito di un lavoro da presentare in una non specificata università. Una ritrattazione in piena regola resasi necessaria dopo il debunking di Zonetti e di molti altri commentatori del web.

Giustificazioni che non mitigano la consapevole diffusione di vere e proprie fake news, condivise già migliaia e migliaia di volte. Ma in certi ambienti si sa, le fake news sono tali solo se a diffonderle è la destra.

Previous articleMalfetti (Lista Michetti): “Che fine ha fatto il playground di via Tieri?”
Next articleDroga vizio di famiglia: arrestati ex terrorista rosso di Prima Linea e figlio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here