Home Cronaca (Video) Le “bimbe di Conte” alla riscossa: in Puglia accoglienza “al bacio”

(Video) Le “bimbe di Conte” alla riscossa: in Puglia accoglienza “al bacio”

0
bimbe di Conte
Giuseppe Conte

Roma, 22 set – Era il primo lockdown nel marzo 2020 quando – complice l’isolamento sociale e la sensazione di una incombente fine del mondo – nacque il fenomeno delle “bimbe di Conte”. Migliaia di donne – e statisticamente anche numerosi uomini – si riunivano davanti alle dirette social a reti unificate dell’allora presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Non aspettavano pazienti il premier ritardatario solo per conoscere le nuove misure di contenimento della pandemia, ma per commentare in adorante ammirazione i completi blu dell’ex avvocato.

Il catcalling delle “bimbe” a Conte

Ne è trascorso di tempo da allora, sono cambiati i provvedimenti, è finito l’isolamento sociale ma la Conte-mania non è passata. Il successore sullo scranno del Consiglio dei ministri, Mario Draghi, pur avendo una fanbase di tutto rispetto sui social (conta qualche migliaio di bimbe), non è riuscito ad eguagliare l’ossessione dell'”avocato del popolo”, che all’arrivo nella sua città natale è stato accolto dalle sue fan più scatenate.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Trash Italiano (@trash_italiano)

“Giusé girati! Quanto sei bono! Come vorrei essere al posto della tua fidanzata”, sono le colorite esternazioni di una “bimba di Conte” che potrebbe quasi essere accusata di catcalling. Il video, diffuso da Trash Italiano, ha fatto in breve tempo il giro del web. Il leader del Movimento 5 stelle si mostra divertito e si presta al gioco della fan-elettrice. Ma chissà se riuscirà a capitalizzare alle urne il consenso delle sue ammiratrici.

Elisabetta Valeri

Previous articleGiuliano (FdI): “Il programma di Michetti convince e la sinistra evapora”
Next articleNotte di fuoco a Roma: è caccia al piromane della Garbatella
Avatar
Romana, classe 1987, cresciuta a Primavalle. Laureata in giurisprudenza, giornalista da per passione e voglia di raccontare la città

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here