Home Cultura Mollicone (FdI): “Riaprire cinema e teatri a capienza massima”

Mollicone (FdI): “Riaprire cinema e teatri a capienza massima”

0
Federico Mollicone
Il deputato Federico Mollicone

Roma, 21 set – “”E’ necessario revisionare i parametri di capienza delle sale dei teatri e dei cinema, così come delle manifestazioni all’aperto come negli stadi, garantendo il massimo della capienza, in sicurezza, mantenendo un adeguato flusso economico di ristoro delle perdite subite a causa delle misure governative di contrasto al coronavirus”. Lo chiede a gran vce il capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Cultura, Federico Mollicone. “Abbiamo presentato un ordine del giorno in Aula e sfidiamo il governo all’approvazione. Franceschini ascolti il grido delle categorie”, ricorda il deputato.

Cts: “Aumento capienza teatri? Le premesse sono buone”

Sull’aumento di capienza per cinema e teatri, dalle colonne del Corriere della Sera si era espresso già Fabio Ciciliano, componente del Cts: “Speriamo di poterlo fare presto. Le premesse sono buone. Il continuo monitoraggio della curva epidemica, attuato fin dall’inizio, la calibratura delle misure di contenimento per il controllo del virus e i risultati della campagna vaccinale nazionale stanno dimostrando che l’Italia, in questa fase della pandemia, è tra quei pochi Paesi che sono riusciti a piegare la curva dei contagi, ineludibile preludio per il ritorno all’auspicata normalità”. Tuttavia, come fa notare anche Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di Sanità e portavoce del Comitato tecnico scientifico: “Serve ancora molta prudenza”, anche se lo scenario è confortante.

Cts in riunione il 30 settembre

Intanto il Cts si riunirà formalmente il 30 settembre per valutare la situazione e decidere eventuali modifiche alle attuali regole: “Ho espresso il parere relativo all’aumento della capienza di teatri e di cinema – ha spiegato il ministro della Cultura Dario Franceschini – . Con tutte le precauzioni messe in atto fra mascherine e green pass, ritengo che i luoghi dello spettacolo siano assolutamente sicuri e che gli spettatori possano stare l’uno accanto all’altro a una distanza anche inferiore del metro, così come accade in altri ambiti. Spero che il mio suggerimento sia accolto per tornare a vedere in piena attività teatri e cinema”.

Livia Ievoli

 

Previous articleMatone (Lega): “Bnl ripensi il piano di esternalizzazione dei lavoratori delle filiali locali”
Next articleMaxi rissa a Montesacro: distrutta anche la statua della Madonna

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here