Home Politica Michetti: “Roma è in totale emergenza. Serve pianificazione”

Michetti: “Roma è in totale emergenza. Serve pianificazione”

0
Enrico Michetti, Roma

Roma, 21 set – “Per il programma, partendo dai rifiuti e dal decoro urbano, dai trasporti, da una città più sicura, abbiamo esplorato un pochino tutto ciò su cui Roma è carente. Il brand di Roma, il marchio, rilanciare quelle che sono le prerogative di Roma: città della bellezza, dell’arte, della scienza, centro della cristianità, bisogna rilanciare il turismo partendo da una logistica e da un’organizzazione”. Questo il bilancio complessivo che il candidato del centrodestra a Roma, Enrico Michetti, traccia ai microfoni di RTL 102.5.

“Roma-Lido torni centrale”

“A partire dai trasporti facendo che questa rete infrastrutturale sia adeguata con semafori intelligenti e corsie preferenziali, con i prolungamenti dei tronconi metropolitani – spiega Michetti – La chiusura dell’anello ferroviario, la Roma-Lido che deve tornare ad essere una tratta importante perché collega i due parchi archeologici, quelli di Roma centro e quelli di Ostia e poi è quella proiettata verso il mare. Oggi ci sono tre convogli quando probabilmente ne servirebbero trenta”.

Michetti: “Stop a rifiuti puntare sul decoro urbano per rilanciare l’immagine di Roma”

A proposito del tema rifiuti e del decoro urbano, il candidato Sindaco del centrodestra aggiunge, “Va rilanciata anche quella che è l’immagine della città: abbiamo delle sterpaglie altezza uomo, i cinghiali in città, non abbiamo impianti per trattamento e smaltimento dei rifiuti, c’è un piano rifiuti che è stato largamente inattuato e ci troviamo al collasso per carenze dovute sia al Comune, che si occupa della raccolta e che dovrebbe fare in modo che vengano pianificati gli impianti e individuati i luoghi per fare in modo che vengano realizzati. La Regione, al contempo, se il Comune resta inadempiente dovrebbe sostituirsi al Comune ma entrambi non hanno fatto niente e quindi Roma viva in totale emergenza. Bisogna tornare alla normalità e bisogna pianificare, così per le strade va pianificata la manutenzione ordinaria e straordinaria, così per quanto riguarda i plessi scolastici e per tutto quello che riguarda il verde pubblico e via così. Sulla possibilità di ricoprire per sei mesi il ruolo di Assessore al bilancio, Michetti conclude: “Il 31 dicembre di quest’anno chiude la gestione commissariale perché il bilancio di Roma è commissariato per un debito pubblico piuttosto ingente. Bisogna capire con quale bilancio chiuderà, quale sarà il carico che graverà su Roma e poi prendere con le dovute conseguenze i rimedi idonei per superare questa empasse. Bisogna capire poi lo stato dell’arte attraverso una new diligence, ed è una fase delicatissima perché devono esser prese delle decisioni di natura politica in ragione dello stato economico dell’ente locale”.

Previous articleCivitavecchia, gioca in sala slot e la mattina la rapina: fermato nordafricano
Next articleGiuliano (FdI): “Ex deposito Atac non sia affidato a soliti noti…”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here