Home Cronaca Ardea, acqua contaminata dalla discarica: pozzo chiuso dal Comune

Ardea, acqua contaminata dalla discarica: pozzo chiuso dal Comune

0

Roma, 21 sett – Siamo ad Ardea, dove il Comune ha deciso di chiuderemo il pozzo di un’abitazione la cui acqua è risultata contaminata dalla discarica di Roncigliano, che è ad appena cinquecento metri.

Ardea, chiuso il pozzo privato

Ad Ardea, la distanza tra la discarica di Roncigliano e un’abitazione privata è di 500 metri dalla discarica di Roncigliano. A seguito di alcuni prelievi effettuati ad agosto, è stato dunque proibito da Asl e Comune di Ardea l’uso di acqua proveniente dal proprio pozzo.

I parametri dell’acqua

I parametri dell’acqua sono risultati del tutto fuori norma (qui tutti i documenti) in particolare di Enterococchi, 1 MPN/100 ml, Batteri Coliformi, 1 MPN/100 ml, ma soprattutto il riscontro (tracce) di 1,2 – Dicloro Propano, sostanza già rinvenuta da altri rilievi nella zona e classificata come cancerogena.

La decisione del sindaco

Contaminanti che, nel loro insieme, non “risultano conformi ai valori di parametro stabiliti dal D.L.vo n. 31/2001 per acque destinate al consumo umano” e che per questo hanno portato il Sindaco Mario Savarese a firmare un’ordinanza intimando “l’immediata sospensione erogazione per uso umano (escluso scarico Wc) della suddetta acqua”.

L’esposto di agosto sulla discarica

Ancora a fine agosto era guerra aperta tra i comuni limitrofi alla discarica di Roncigliano, Comune di Roma e Regione Lazio. Il primo a presentare un esposto è stato Massimiliano Borelli, sindaco dem di Albano. Lo ha seguito poi proprio il primo cittadino di Ardea, Mario Savarese del M5s che ha dichiarato: “L’esposto non è contro la persona della sindaca Raggi ma chiediamo alla magistratura di indagare su eventuali danni provocati o provocabili dalla decisione presa di riaprire la discarica. Finora nessuno si è preoccupato di capire che danni genera la discarica, sia a livello ambientale che in termini di salute per la popolazione”. Secondo Savarese, nel territorio di Ardea ci sono circa 5mila persone che vivono in quattro nuclei, Villaggio Ardeatino, Valle Caia, Montagnano e Montagnello, “e che non sono alla distanza di mille metri dall’invaso prevista dalle norme di sicurezza, alcune abitazioni si trovano a soli 270 metri dalla discarica. Ho provato ad avere un dialogo con Raggi ma senza successo”.

Luciano Guido

 

 

 

 

 

 

 

Previous articleRoma, ancora droga dello stupro: si consegna anche in monopattino
Next articleAnche per entrare in Vaticano scatta l’obbligo del Green pass: ecco da quando
Avatar
Luciano Guido, classe 1982. Appassionato sin da piccolo di fumetti, film e scrittura. Ama lo sport ed è particolarmente affezionato alla zona del litorale sud della Capitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here