Home Politica Raggi, “femminista” autoreferenziale: “Io unica candidata donna”. Ma Lozzi s’infuria

Raggi, “femminista” autoreferenziale: “Io unica candidata donna”. Ma Lozzi s’infuria

0
Raggi Lozzi
Virginia Raggi e Monica Lozzi, candidate a sindaco di Roma

Roma, 20 set – “Io sono l’unica donna candidata a sindaco di Roma, sono una donna libera, non legata alle logiche di partito e questo dà molto fastidio”: così il sindaco di Roma, Virginia Raggi sintetizza sui social il contenuto di un’intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano. Una storia davvero avvincente, se solo fosse vera. Infatti, Raggi non è l’unica donna in corsa per alle prossime amministrative nella Capitale. E non è mancato un coro di critiche a farglielo notare.

Lozzi: “Sei solamente un’egocentrica”

Su tutti, ha risposto all’autoreferenziale “sindaca”, proprio una donna che dell’amministrazione cittadina se ne intende, candidata con la sua lista Revoluzione Civica, Monica Lozzi.  Lozzi, dopo la rottura di un anno fa proprio con i 5 stelle, ha deciso di scendere in campo nella corsa per il Comune in veste di candidato sindaco, ma la dimenticanza a mezzo stampa proprio di Raggi, la vorrebbe già escludere dalla competizione elettorale.

La sindaca che vorrebbe farsi vessillo del femminismo ha però trovato pane per i suoi denti. Lozzi ha infatti risposto per le rime, facendole notare che ci sono molte candidate sindaco, sette per la precisione: “Virginia Raggi, non sei scomoda. Sei semplicemente un’egocentrica che è riuscita a mancare di rispetto a tutte le altre donne candidate come sindaca a Roma”. Lozzi ha poi riportato, con molto fair play elettorale, le altre candidate sindaco di Roma.

 

Previous articleLa Lazio pareggia in extremis: 2-2 con il Cagliari. E Sarri finisce sulla graticola
Next articleFreccero: “Sul Green Pass decida il popolo. Un referendum contro il ‘Grande Reset”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here