Home Sport La Roma “affoga” sotto i colpi del Verona: Hellas si impone con...

La Roma “affoga” sotto i colpi del Verona: Hellas si impone con 3-2

0
Roma Hellas Verona
Il capitano della Roma Pellegrini

Roma, 20 set – Prima sconfitta di stagione per la Roma di Mourinho che perde 3-2 in casa dell’Hellas Verona dopo una partita ricca di emozioni e colpi di scena. Esordio vincente per Tudor, subentrato a Di Francesco, sulla panchina dei veronesi che si impongono grazie alle reti nella ripresa di Barak, Caprari e Faraoni. Ai giallorossi non basta un super Pellegrini, a segno nel primo tempo con un gran gol di tacco e autore del cross che porta Ilic all’autogol del momentaneo 2-2. Si ferma la corsa dei giallorossi sin qui sempre vincenti sia in campionato che in coppa. In classifica la Roma si arresta a quota 9 punti, frutto delle tre precedenti vittorie. Grande prova per il  Verona che conquista i primi punti della stagione e sale a quota 3.

Roma-Hellas Verona: si salva solo Pellegrini

La prima occasione del match è degli ospiti: Cristante si inserisce e colpisce di testa una punizione battuta sul lato destro da Pellegrini, la conclusione impatta sulla traversa. Al 28′ Lazovic prova l’azione personale, ma si divora una palla gol dopo l’errore di Karsdorp: conclusione vicinissima al palo a Rui Patricio battuto. Al 36′ Pellegrini sblocca la partita con una vera e propria perla: cross sul primo palo di Karsdorp e inserimento del capitano giallorosso che di tacco non da scampo sul primo palo a Montipò. Dopo pochi minuti Zaniolo sfiora il raddoppio: fucilata dal limite, palla che termina di poco sul fondo.

Amaro finale sotto la pioggia per i giallorossi

Nel secondo tempo il copione cambia radicalmente rispetto alla prima frazione di gioco. Il Verona trova immediatamente il gol del pareggio, al 4′ con Barak: una deviazione in area facilita l’inserimento del centrocampista che da due passi ribadisce in rete. Passano cinque minuti e i gialloblù trovano il raddoppio con il piazzato di Caprari sul secondo palo. Al 13′ la Roma pareggia su autogol di Ilic propiziato da Pellegrini, poi al 18′ Faraoni controlla dal limite e calcia una bordata di prima intenzione superando Rui Patricio e firmando il gol partita. Caprari prova a chiudere il match al 72′: gran conclusione sul secondo palo, Rui Patricio si supera e devia in corner. Mourinho mescola le carte per tentare di ribaltare l’inerzia negativa, il portoghese manda in campo tutti gli attaccanti a disposizione.

A sei minuti dal termine del tempo regolamentare Pellegrini, quasi dal nulla, prova la girata ma la palla termina abbondantemente fuori. Non bastano cinque minuti ai capitolini per evitare il primo ko e i padroni di casa possono far festa.

 

Previous articleNon bastano i “deficit” della Capitale: Raggi è bocciata dopo un tweet?
Next articleLa Lazio pareggia in extremis: 2-2 con il Cagliari. E Sarri finisce sulla graticola
Avatar
Luciano Guido, classe 1982. Appassionato sin da piccolo di fumetti, film e scrittura. Ama lo sport ed è particolarmente affezionato alla zona del litorale sud della Capitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here