Home Cronaca Sócrates, ultimo weekend della fiera dell’editoria sportiva

Sócrates, ultimo weekend della fiera dell’editoria sportiva

0
fiera editoria sportiva

Roma, 18 set – C’è tempo solo fino a questo weekend per visitare la fiera dell’editoria sportiva Sócrates – Sport Storie Società. Un festival e una fiera per editori, libri, incontri che si terrà a Roma dal 17 al 19 settembre (venerdì dalle 17 alle 22 – sabato e domenica dalle 11 alle 22) e con ben 50 appuntamenti. La fiera avrà sede negli spazi aperti del Circolo Arci del Brancaleone (via Levanna, 11).

Fiera dell’editoria sportiva diffusa in tutta la città

Tra i luoghi deputati agli incontri della Fiera dell’editoria sportiva Sòcrates: la Biblioteca Flaiano, Parco Labia, e altre piazze e spazi sociali del Terzo Municipio. Sócrates – Sport Storie Società è organizzata dal Terzo Municipio con il supporto della Scuola del libro e coinvolge le diverse realtà locali che durante le tre giornate dialogheranno con nomi di prestigio tra scrittori, giornalisti di settore e addetti ai lavori. La direzione artistica è curata da Alessandro Gazoia, scrittore, e da Federica Antonacci, organizzatrice di eventi.

Perché una fiera dell’editoria sportiva

Sócrates – Sport Storie e Società utilizza la lente dello sport e del racconto sportivo per guardare alla nostra società, ai suoi modelli culturali di riferimento e a come, nel tempo e nei luoghi, si modifica la sensibilità comune. Oltre a essere fonte di ispirazione, divertimento e gioia per molte persone, lo sport con questo festival diventa anche altro, trasformandosi in un progetto culturale stimolante, ambizioso quanto coinvolgente. Fare sport, raccontare storie legate alle sue varie discipline e portarlo poi negli ambiti culturali e nei quartieri dove gli spazi sono luoghi condivisi, messi a disposizione del pubblico e dei cittadini, amplifica il suo stesso significato. Per questo i 50 incontri daranno sì spazio al divertimento, ma ponendo sempre al centro la riflessione, la partecipazione e gli interventi dei presenti.

Biliardino letterario

Numerose le declinazioni con cui verrà trattato il tema sportivo. Si spazierà dalle biografie, ai saggi, al memoir, ai romanzi accompagnati da letture collettive di racconti e per l’occasione il divertimento sarà assicurato con veri tornei di biliardino letterario: progetto ludico culturale che vuole accostare il piacere del gioco alla promozione del libro e della lettura. C’è in pratica un biliardino, uno vero, con le stecche, gli omini rossi e blu e le palline, e ci sono tante squadre che hanno come nome il titolo di un libro e che per iscriversi al torneo hanno versato tale libro all’organizzazione come quota di iscrizione. Il Maestro e Margherita contro Moby Dick, e poi ancora L’Avversario contro Tre uomini in barca. Chi passerà il turno? Quale squadra porterà alla vittoria il proprio libro preferito? Chi vincerà? Per gli appassionati di calcio, diversi gli incontri proposti: dall’evento in ricordo di Gianni Mura, storica firma di la Repubblica e tra le penne più apprezzate dello sport, all’incontro su Maradona, a partire dal libro sul campione di Gianni Minà fino a quelli dedicati a George Best, a Zlatan Ibrahimovic e a Gigi Riva. Partecipano al festival, tra gli altri, Fabio Bortoli, Stella Bruno, Luca Briasco, Stefano Friani, Daniele Manusia, Luca Pisapia, Christian Raimo, Pippo Russo, Gianluigi Simonetti. L’ingresso a tutti gli eventi è gratuito. Per quelli al circolo Arci Brancaleone è necessaria la tessera Arci (si può registrare direttamente lì in sede).

Le case editrici che hanno aderito

Alcune delle case editrici presenti: Alegre, Diarkos, Ediciclo, Edizioni Clichy, Edizioni Mare Verticale, Einaudi, Giorgio Nada, Giulio Perrone editore, il Saggiatore, Incontropiede, Lab Dfg, La Nave di Teseo, Milieu edizioni, minimum fax, Mimesis, Nutrimenti, People, Red Star Press, 66thand2nd, Sellerio, Tunué, Urbone.

Previous articleAnzio, vuole lasciarla e lei gli dà fuoco: in manette una cubana
Next articleLa videoarte arriva al MAXXI con la rassegna dedicata alla Collezione Lemaitre
Avatar
Luciano Guido, classe 1982. Appassionato sin da piccolo di fumetti, film e scrittura. Ama lo sport ed è particolarmente affezionato alla zona del litorale sud della Capitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here