Home Politica Zingaretti annuncia: “Roma-Lido? Meglio lasciare perdere: da gennaio nascerà Metromare”

Zingaretti annuncia: “Roma-Lido? Meglio lasciare perdere: da gennaio nascerà Metromare”

0
Nicola Zingaretti

Roma, 17 set – La Roma-Lido, meglio nota come “linea Caronte”, è destinata a essere sostituita dal Metromare. O almeno, questo è l’annuncio in pompa magna fatto oggi dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Da gennaio 2022, infatti, la Regione Lazio prenderà in gestione la ferrovia Roma-Lido. “Da Caronte a Metromare. Due anni e 350 milioni di euro di investimenti per trasformare la linea ferroviaria peggiore d’Italia nel treno veloce che unisce Roma e Ostia – è stato spiegato in conferenza stampa -. La sfida della Regione Lazio è di rivoluzionare la Roma-Lido – tristemente nota come la linea Caronte, secondo le classifiche di Legambiente – e di offrire ai romani e a tutti gli utenti un servizio finalmente all’altezza delle diverse esigenze”. Il progetto della nuova linea ferroviaria Metromare è stato presentato da Zingaretti, insieme all’assessore alla Mobilita’, Mauro Alessandri, alla presidente di Cotral, Amalia Colaceci, l’amministratore delegato di Rfi Vera Fiorani e all’amministratore unico di Astral, Antonio Mallamo. Escluse dalla conferenza stampa le parti sociali e, soprattutto, i diretti interessati da un simile cambio di passo: i pendolari.

Da Roma-Lido a Metromare: cambio di gestione e di passo

Si partirà ufficialmente nel gennaio del 2022, quando la gestione delle ferrovie ex concesse (Roma – Lido e Roma – Civita Castellana – Viterbo) tornerà alla Regione Lazio attraverso le società Cotral (che gestirà i treni) e Astral (che gestirà l’infrastruttura). “Da gennaio 2022 la Regione Lazio prenderà in gestione la ferrovia Roma-Lido e la ferrovia Roma-Viterbo. Sulla Roma-Lido che è una delle peggiori linee d’Italia va cambiato tutto: nascerà Metromare – ha detto il governatore Zingaretti -. Una nuova linea sulla quale stiamo investendo milioni di euro per rifare tutta la rete, i cantieri saranno notturni per non aumentare il disagio dei pendolari, cominceranno ad arrivare i nuovi treni ristrutturati non solo dal punto di vista meccanico ma anche nella qualità interna dai sedili all’aria condizionata e il riscaldamento. E cominceranno ad arrivare i nuovi treni. L’obiettivo – ha spiegato Zingaretti – è quello di avere alla fine di questa grande ristrutturazione un treno ogni sei minuti. Legare già sono state fatte e assegnate. Quindi da gennaio 2022, con la regione che entra in campo, cambierà il volto di questa linea che ha fa pagare un prezzo altissimo tutti i giorni ai pendolari ed è anche un limite allo sviluppo di quel grande polo turistico di cui Roma ha bisogno. Con Metromare potremmo dire che il mare si avvicina alla città”, ha concluso Zingaretti.

Zingaretti ottimista: “Un treno ogni sei minuti entro il 2024”

La svolta, ovvero un treno ogni sei minuti, si avrà nel 2024 con l’arrivo di 5 treni nuovi acquistati grazie a 100 milioni di euro di finanziamenti che consentiranno anche di mettere in servizio 6 nuovi treni sula linea Roma – Civita Castellana – Viterbo. L’esperienza dei bus e dei treni regionali – 780 nuovi bus e 88 per cento dei treni regionali rinnovati – “dimostra la capacità della Regione di intervenire in maniera risolutiva anche sui trasporti per migliorarli e metterli al servizio della cittadinanza, risanando i bilanci, comprando nuovi mezzi e assumendo nuovi autisti – ha aggiunto l’assessore Alessandri – . La Regione è pronta a raccogliere la sfida della Roma – Lido: sia perché i cittadini meritano una linea degna della Capitale d’Italia, sia perché a Roma è arrivato il momento di dimostrare che non esistono sfide impossibili, e che ciò che non funziona può diventare un modello di efficienza”.

Previous articleBarbara Palombelli risponde alle critiche ma “in privato”… Ecco cosa ha detto
Next articleTor Bella Monaca, evade dai domiciliari per le sigarette ma in fila dal tabaccaio c’è un carabiniere: arrestato

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here