Home Sport Roma forza 5: Pellegrini trascina i giallorossi contro il Cska Sofia

Roma forza 5: Pellegrini trascina i giallorossi contro il Cska Sofia

0
Roma Cska
Il capitano della Roma Lorenzo Pellegrini

Roma, 17 set – Cinque gol per ribadire che questa Roma fa davvero sul serio, anche contro il Cska. Cambia il palcoscenico, dal campionato all’Europa, ma non la sostanza. Parte con una manita il cammino della squadra di José Mourinho nei gironi della nuova Conference League: all’Olimpico, i giallorossi travolgono il Cska Sofia (5-1) e trovano i primi tre punti. Bravi i padroni di casa a non scomporsi dopo il vantaggio dei bulgari, firmato da Carey dopo pochi minuti. Uno scatenato Lorenzo Pellegrini pareggia i conti con un grande gol, poi El Shaarawy completa la rimonta. Nella ripresa, ancora il capitano cala il tris, quindi nel finale la Roma dilaga con Mancini e Abraham.

Ma Mou non è convinto del risultato della Roma contro il Cska: “Non meritavamo questa vittoria…”

Non solo balocchi per questa Roma. “Non abbiamo giocato bene. Si sta creando una squadra, con un gruppo fortissimo. Abbiamo già parlato del fatto che se adesso siamo squadra mentre vinciamo, dobbiamo esserlo ancora di più quando arriverà la sconfitta. Sarà più importante in quel momento. Però non abbiamo giocato bene, non mi è piaciuto il nostro gioco”. Lo ha detto José Mourinho ai microfoni di Sky Sport al termine della gara di Conference League contro il Cska Sofia. “Non mi è piaciuta la qualità del gioco, il centrocampo con poca intensità, i due terzini non hanno spinto tanto – ha aggiunto – E poi abbiamo perso tantissimi duelli difensivi. Non posso dire che abbiamo giocato male, ma non abbiamo meritato di vincere 5-1. E’ un risultato pesante per loro”.

Immensi il “Faraone” e Pellegrini

Però i giallorossi non possono evitare di fare festa: per loro ancora a punteggio pieno in campionato, sesta vittoria in sei impegni ufficiali. In avanti il terminale offensivo Shomurodov è supportato alle spalle dal trio formato da Perez, Pellegrini e El Shaarawy. In mediana spazio a Diawara e Villar, con Karsdorp e Calafiori a presidiare le fasce. In mezzo alla difesa, ad affiancare Mancini torna Smalling. A trainare il 4-4-2 del Cska, il tandem Carey-Krastev. La strada si mette subito in salita per la Roma: basta una decina di minuti al Cska per portarsi in vantaggio, con un gran gol di Carey.L’irlandese, trovato dal traversone dal fondo di Wildshut, si libera abbastanza facilmente dei difensori e infila Rui Patricio. I giallorossi non si abbattono e cercano subito la reazione con un’incornata di El Shaarawy, che da distanza ravvicinata non inquadra lo specchio. Ci prova ancora il ‘Faraone’, pescato in area da Villar, ma si fa recuperare da Yomov. La Roma tiene palla e insiste, Shomurodov ha la palla del pareggio: l’ex Genoa recupera palla e si invola verso la porta, ma il suo destro è sventato da un gran intervento di Busatto. Ancora padroni di casa in avanti con uno spunto personale di Carles Perez, fermato in angolo. Gli sforzi della Roma vengono premiati al 25′: Pellegrini dal limite infila Busatto con uno splendido destro a effetto, dopo aver raccolto un cross di Karsdorp.Ancora il capitano giallorosso ci prova su punizione, fermata dalla barriera. La squadra di Mourinho completa il sorpasso con El Shaarawy, che servito da Shomurodov batte Busatto scagliando dal limite una conclusione a rientrare (38′). Prima dell’intervallo chance per Shomurodov, che su grande invito di Pellegrini arriva in area ma non riesce a superare Busatto. Ma i bulgari restano in agguato con un destro di Lam, deviato in angolo.Nella ripresa ci prova nuovamente il finlandese, con un destro da fuori area. Poi Rui Patricio si dimostra attento sul destro dalla distanza di Muhar. I bulgari alzano il baricentro, la Roma li lascia sfogare e superata l’ora di gioco rifila il colpo del ko. Calafiori scende sulla sinistra e crossa verso il centro per Pellegrini, che colpisce sporco spiazzando Busatto, e completando così la sua doppietta. Il 3-1 spegne le illusioni del Cska e i giallorossi possono limitarsi a gestire, risparmiando energie preziose. Pellegrini lascia il posto ad Abraham tra gli applausi dell’Olimpico. Nel finale, la squadra di Mourinho dilaga andando a segno altre due volte, con i bulgari in dieci per il secondo giallo rimediato da Wildschute, punito per un intervento da dietro su Carles Perez. Mancini insacca dopo il palo centrato da Smalling (82′) e poco dopo Abraham, servito in profondità sul filo del fuorigioco da Shomurodov, supera Busatto trovando il suo primo gol europeo con la Roma. I giallorossi, insaziabili, sfiorano pure il sesto gol, ma il tentativo di Shomurodov dal limite si infrange sul palo. Anche in Europa, la Roma vola. E i tifosi sognano.

Previous article“Paperissima” di Strakosha affonda la Lazio in Turchia: 1-0 per il Galatasaray
Next articleRoma Lido, parlano i pendolari: “Con Zingaretti tracollo inarrestabile”
Avatar
Luciano Guido, classe 1982. Appassionato sin da piccolo di fumetti, film e scrittura. Ama lo sport ed è particolarmente affezionato alla zona del litorale sud della Capitale

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here