Home Cronaca Green pass e nuove regole anti Covid: in classe 720 mila alunni

Green pass e nuove regole anti Covid: in classe 720 mila alunni

0
Ferentino green pass scuola

Roma, 13 set – Sono rientrati in classe, oggi, nel Lazio, circa 720mila studenti. Un primo giorno di scuola ancora con la mascherina e nuove regole, il green pass in vigore per insegnanti e personale ma non solo: anche per i genitori che dovranno accedere nelle strutture. E si registrano già i primi problemi legati ai trasporti.

Tutte le novità in classe

Si tratta di provvedimenti previsti per evitare di rischiare un nuovo anno anche parzialmente in dad. Oltre alle mascherine dai 6 anni in su e al green pass per tutti, l’assessorato alla Sanità e integrazione sociosanitaria del Lazio ha avviato un monitoraggio, che comincerà domani, in alcuni “istititi sentinella” dove saranno effettuati test salivari agli studenti. Si tratta di 30 mila controlli in circa 50 scuole, due volte al mese, in istituti di tutta la regione. Successivamente, prevede il piano che ha l’obiettivo di contrastare preventivamente l’eventuale diffusione del virus e monitorare la condizione negli istituti scolastici, una seconda fase dovrebbe prevedere il coinvolgimento delle famiglie per effettuare i tamponi in casa.

A Roma riaprono anche le strutture per l’infanzia 

Oggi hanno riaperto anche le scuole dell’infanzia capitoline, come da calendario scolastico regionale. Sono 29mila i bambini da 3 a 6 anni iscritti, nelle oltre 320 strutture gestite da Roma Capitale. Lo rende noto il Campidoglio. Anche per l’anno educativo 2021-2022 permane la necessità di continuare ad osservare le misure di prevenzione ormai consolidate, come la stabilità dei gruppi, l’organizzazione dell’entrata e dell’uscita in modalità scaglionata, l’utilizzo di dispositivi di sicurezza per il personale, l’igienizzazione costante degli ambienti e dei giocattoli utilizzati, l’impossibilità di portare giochi da casa. Come lo scorso anno, nelle scuole dell’infanzia di Roma Capitale continuerà ad essere rilevata la temperatura a ogni singola persona in entrata nelle strutture: bambini, personale, genitori, fornitori. Anche quest’anno i genitori sono chiamati a firmare a inizio anno il “patto di corresponsabilità” e giornalmente la dichiarazione di sussistenza delle condizioni per accedere al servizio, garantendo sia la salute del piccolo che la non interazione con persone positive al Covid-19.

Previous articleSostenere la ricerca per la cura dei tumori pediatrici: l’iniziativa dell’Associazione Maria Sophia
Next articleIl messaggio inaspettato di Raggi a Calenda: “Guarisci presto, con questi mi annoio…”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here