Home Cronaca Parcheggi a pagamento, stangata milionaria a Comune e Atac dal Garante della...

Parcheggi a pagamento, stangata milionaria a Comune e Atac dal Garante della privacy

0
parcheggi roma

Roma, 11 sett – Parcheggi salati per Comune ed Atac,  condannati a pagare una maxi multa dal Garante della privacy. Non è stata infatti tutelata la privacy degli automobilisti.

Parcheggi salati per Atac e Comune

Anno domini 2018, un un utente si lamentà dei nuovi parcometri installati a Roma.  Il nuovo tipo prevedeva sia l’introduzione di alcuni servizi (come il pagamento di sanzioni) che l’inserimento del numero di targa del veicolo. Ma che fine fanno questi dati? Il dubbio sollevato era lecito ed è arrivato al Garante della privacy ha condotto un’ispezione con il Nucleo speciale Privacy della Guardia di finanza, rilevando gravi irregolarità.

Privacy, questa sconosciuta

Il Comune di Roma non aveva fornito alcuna informazione sul trattamento dei dati degli automobilisti e non aveva nominato la società Atac Spa responsabile del trattamento. Tutto il progetto, in breve, aveva delle lacune enormi su ciò che riguarda la protezione dei dati, richiesta dalla normativa europea. Non  definiti, inoltre,  i tempi di conservazione dei dati. Il personale addetto avrebbe potuto controllare qualunque targa, senza lasciare alcuna traccia.

Multa salatissima

Il Garante per la privacy ha comminato una sanzione di 800.000 a Roma Capitale, di 400.000 ad Atac Spa e di 30.000 a Flowbird Italia srl, il subfornitore. Nel calcolare la sanzione per l’illecito trattamento dei dati, l’Autorità ha tenuto conto della grande quantità di dati personali trattati ma anche della positiva collaborazione offerta da Roma Capitale e dalle società per risolvere alcune violazioni riscontrate durante l’ispezione. Tuttavia , il Garante ha comunque rilevato il permanere di criticità relative alle misure di sicurezza e ha quindi prescritto anche l’adozione di misure correttive. Comune, Atac ed il subfornitore privato dovranno comunque pagare una multa salata.

Elisabetta Valeri

Previous articleCecchina, scoperta choc: cadavere in decomposizione in una villa abbandonata
Next articleLa denuncia della giornalista Azzurra Barbuto: “Ho sentito un colpo, agenti dicono che può essere proiettile”
Avatar
Romana, classe 1987, cresciuta a Primavalle. Laureata in giurisprudenza, giornalista da per passione e voglia di raccontare la città

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here