Home Cronaca (Video) Giordano, sfogo sul Green pass e i “cattivi maestri”: “Violento è...

(Video) Giordano, sfogo sul Green pass e i “cattivi maestri”: “Violento è chi invoca cannoni sui no vax”

0
Giordano video

Roma, 8 sett – Mario Giordano, conduttore di Fuori dal coroieri nella sua trasmissione si è scagliato contro i pasdaran del Green pass, quell’esercito di virologi e giornalisti che hanno invocato la violenza e l’esclusione verso chi si è dimostrato scettico rispetto alle limitazioni dovute alla pandemia da Covid.

Giordano: “Repubblica fondata su lavoro e Green pass, Mattarella?”

“Il green pass non è una cosa troppo grave, troppo forte, se si stanno sacrificando qualcosa di fondamentale?” si chiede Giordano in studio. “La repubblica fondata sul lavoro e sul green pass, abbiamo cambiato così presidente Mattarella?”, provoca. Poi passa a “interrogare” una schermata con il presidente della Repubblica e ne cita alcune dichiarazioni: “Io le ricordo che lei, il 25 aprile del 2019, diceva: Quando i popoli barattano libertà in cambio di sicurezza gli avvenimenti prendono sempre una piega tragica“.

“Attenzione a ciò che barattiamo per la sicurezza”

“Nessuno mette in dubbio la necessità di sicurezza” spiega Giordano “ma attenzione a quello che  barattiamo. Attenzione a quello che mettiamo sul piatto della bilancia. Diritti fondamentali, diritti antichi, conquiste di persone che hanno lottato per anni per il diritto al lavoro, diritto allo studio, diritto alle cure mediche ... Si può sacrificare tutto, o ci si può porre qualche domanda?”, si chiede il conduttore.

“Posso avere dei dubbi sul green pass?”, si chiede Giordano

Ci si può porre, sommessamente, qualche domanda, dopo aver fatto vedere il mio green pass?” si chiede ancora Giordano. “Mi posso porre qualche domanda su questa cosa che io ho in tasca, senza essere bollato come terrorista, nemico del popolo, mandante di criminali, presidente Mattarella?”.

Vip e virologi e la violenza sui “no vax”

“Ne abbiamo sentite di tutti i colori” ricorda il conduttore “abbiamo sentito dire “sparate ai no vax”, “sputategli nel piatto” ….” e Giordano, in una clip, mostra tutte le “minacce” dei pro vax agli scettici. Burioni che gli augura “una vita da sorci”, la Lucarelli che si augura che “finiscano in poltiglia verde”, Parenzo che, appunto, invita a sputare nei piatti degli scettici, Scanzi che dice che si divertirebbe a vederli “morire come mosche” e la famosa frase di Cazzola (+Europa) che ha invocato Bava Beccaris e gli spari sulla folla.

“Questa è violenza”

“Si è parlato molto di violenza” dice Giordano “e bisogna condannare la violenza di chi aggredisce i giornalisti ma anche di chi chiama uno che rispetta la legge un “sorcio”, perché i sorci si ammazzano. Questa è violenza, e non è modo di convincere gli indecisi. E se si accomunano i violenti a chiunque dissenta, sbagliate”, conclude Giordano.

Ida Cesaretti

Previous articleFermati al posto di blocco, 3 “furbi” lanciano la droga fuori dal finestrino
Next articleInsegnanti in sciopero il 13 settembre: “Il Green Pass a scuola è un bluff”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here