Home Cronaca “Con il mio Porca Puttena ho sfamato duemila romani poveri”: Lino Banfi...

“Con il mio Porca Puttena ho sfamato duemila romani poveri”: Lino Banfi si difende dalle accuse

0
Lino Banfi

Roma, 8 set – Può un noto comico finire nella bagarre mediatica per aver detto “Porca Puttena” in uno spot? Evidentemente sì perché è proprio quello che è successo al popolare attore Lino Banfi che per la Tim è tornato a vestire i panni dell’allenatore Oronzo Canà. L’allenatore questa volta è andato “nel pallone” non per colpa della sua squadra ma a causa del Moige. L’associazione ha accusato “nonno Libero”, il più amato d’Italia, di aver preso parte a uno spot che “lede i diritti dei minori”. Ma Banfi non ci sta e non solo rivendica l’arcinota espressione pugliese, ma ricorda che è stato proprio con il “Porca Puttena” che ha sfamato i romani in difficoltà durante il lookdown.

 

“Non capisco queste polemiche sull’espressione ‘porca puttena’ nel mio spot pubblicitario: quell’espressione è un gioco, fa ridere, per noi pugliesi è come ‘ostrega’ per un veneto, non c’è volgarità”. Lo spiega chiaramente Banfi in una intervista rilasciata a Chi. “Prima del lockdown nella mia orecchietteria a Roma avevo una scorta di 400 confezioni di quel sugo che rischiavano di scadere se non avessimo riaperto in tempo”. Allora l’attore 85 ha deciso di compiere un gesto di responsabilità e altruismo raro grazie al supporto dei familiari che gestiscono l’orecchietteria.

“Ho pensato di mettere il sugo a disposizione di chi non aveva da mangiare: ho fatto arrivare da Barletta un gran quantitativo di orecchiette, tramite un amico prete della Caritas ho contattato l’elemosiniere del Papa“, racconta.
Ma come presentare Porca Puttena all’elemosiniere del Papa? Lo spiega Banfi sempre sulle pagine di Chi: “L’ho avvisato: ‘Eminenza, guardi che questo ha un nome un po’ piccante…’. Se lo è fatto dire e si è fatto una bella risata… E alla fine con il mio ‘Porca Puttena’ abbiamo sfamato tante persone”.

Previous articleRoma, sparatoria in pieno giorno a Tor Bella Monaca: il punto sulle indagini
Next articleAspettano che chiuda il locale e tentano di rapinarlo. Ladri costretti a fuggire dai passanti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here