Home Cultura Domani ingresso gratuito in tutti i musei: ecco cosa vedere

Domani ingresso gratuito in tutti i musei: ecco cosa vedere

0
Musei gratuiti

Roma, 4 set – Torna anche a settembre la prima domenica del mese ad ingresso gratuito in tutti i musei, promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Il 5 settembre tutti i visitatori residenti e non potranno accedere gratuitamente ai Musei civici, ad eccezione dei Musei Capitolini e dell’area archeologica dei Fori Imperiali, che non saranno accessibili domenica 5 e lunedì 6 per motivi di sicurezza legati alla realizzazione di un evento istituzionale.

Tutti i musei gratuiti aperti domenica

Sarà possibile accedere gratuitamente all’area archeologica del Circo Massimo (dalle ore 9.30 alle 19.00, ultimo ingresso ore 17.50). Per partecipare all’iniziativa è obbligatoria la prenotazione allo 060608 (entro venerdì 3 settembre) oppure nei Tourist Infopoint (anche il giorno stesso).
In occasione della prima domenica gratuita di settembre, si possono visitare i Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, il Museo dell’Ara Pacis, la Centrale Montemartini, il Museo di Roma, il Museo di Roma in Trastevere, la Galleria d’Arte Moderna, i Musei di Villa Torlonia, il Museo Civico di Zoologia, il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, il Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, il Museo Napoleonico, il Museo Pietro Canonica a Villa Borghese, il Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, il Museo di Casal de’ Pazzi, il Museo delle Mura e la Villa di Massenzio.

I Musei civici aprono le porte gratuitamente ai visitatori con i capolavori delle collezioni permanenti e le numerose mostre temporanee in corso. Al Museo di Roma a Palazzo Braschi sarà visibile Adolfo Porry-Pastorel. L’altro sguardo. Nascita del fotogiornalismo in Italia, la prima grande personale dedicata al padre dei fotoreporter italiani, un pioniere dell’immagine politica, di costume, della società, che segna la nascita del nostro modo di guardare nella notizia.

La mostra Napoleone e il mito di Roma, ai Mercati di Traiano – Musei dei Fori Imperiali, è dedicata all’attività di scavo di Napoleone a Roma ed è legata al bicentenario della sua morte e alle ultime indagini archeologiche nell’area dei Fori Imperiali. Un’ampia selezione di mosaici, capolavori delle collezioni capitoline poco conosciuti al grande pubblico, è invece esposta in Colori dei romani. I mosaici dalle collezioni capitoline alla Centrale Montemartini.

Sono due le mostre fotografiche da visitare al Museo di Roma in Trastevere: al piano terra Chiamala Roma. Fotografie di Sandro Becchetti 1968- 2013 offre, attraverso circa 180 fotografie in bianco e nero, una rivisitazione personale e poetica di Roma. Al piano superiore Luciano D’Alessandro. L’ultimo idealista è dedicata a uno dei massimi protagonisti del fotogiornalismo italiano.
È ancora l’imperatore francese il protagonista dell’esposizione Napoleone. Ultimo atto, al Museo Napoleonico, sulle vicende dell’esilio, la morte e il successivo processo di mitizzazione dell’imperatore francese. Nelle mostre dedicate all’artista Katy Castellucci (Katy Castellucci. La Scuola romana e oltre, al Casino dei Principi di Villa Torlonia, e Katy Castellucci. La scuola romana e oltre. Gli animali, alla Casina delle Civette) dipinti, disegni e altre opere rappresentano l’intero percorso creativo della pittrice lombarda e ricostruiscono l’ambiente artistico in cui si muoveva.

Sul tema della salvaguardia dell’ambiente naturale, il Museo Civico di Zoologia ospita la mostra La Via delle Api, un percorso attraverso il mondo delle api e i loro prodotti. La Galleria d’Arte Moderna propone varie esposizioni: “Ciao maschio”. Volto Potere e Identità dell’uomo Contemporaneo, che descrive l’evoluzione della rappresentazione e del ruolo dell’uomo contemporaneo nella società e l’influenza che questi cambiamenti hanno avuto sulle arti, in particolare dalla seconda metà degli anni Sessanta fino al presente periodo post-ideologico. La rivoluzione degli eucalipti, l’inedito concept espositivo ideato dall’artista Nina Maroccolo, realizzato nell’ambito delle iniziative per l’Earth Day 2021. All’esterno e all’interno della Galleria sono inoltre visibili le sculture iperrealiste di Carole A. Feuerman. Nel chiostro Sten Lex. Rinascita mostra una selezione di opere dei due noti muralisti italiani.

Mentre, al Museo delle Mura, la mostra Il Cinema in vetro espone i lavori realizzati dagli allievi del corso triennale di Vetrate Artistiche della Scuola d’Arte e dei Mestieri “Ettore Rolli” di Roma Capitale. Al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco La Vita Nova: l’amore di Dante nello sguardo di 10 artiste: nell’ambito di Dante700, un grande progetto tra arte e letteratura, ponte tra la grande tradizione e la sperimentazione contemporanea italiane.

A Villa di Massenzio Isole, un progetto artistico elaborato da Tommaso Strinati con la fotografa Anna Budkova, e con l’ausilio del video-maker Francesco Arcuri. Una riflessione sull’attualità mediata attraverso la suggestione del luogo con il potente richiamo all’antico delle sue vestigia. Fanno eccezione alla gratuità, oltre alla visita in realtà aumentata Circo Maximo Experience al Circo Massimo, le mostre: Koudelka. Radici, prorogata fino al 26 settembre al Museo dell’Ara Pacis, con oltre cento spettacolari immagini di più di cento siti archeologici del Mediterraneo; Roma. Nascita di una capitale 1870 -1915, al Museo di Roma a Palazzo Braschi, che presenta i grandi eventi dal 1870 fino agli anni del primo conflitto mondiale attraverso opere d’arte, dipinti, sculture, fotografie, materiali documentali e filmici.
A Circo Maximo Experience e a queste due mostre è consentito l’ingresso con biglietto ridotto ai possessori della MIC Card. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti si potranno seguire sul Portale dei Musei di Roma e Roma Culture, oltre che sui canali social di Roma Culture, del Sistema Musei e della Sovrintendenza Capitolina.
Servizi museali a cura di Zètema Progetto Cultura.

Previous articleAnnullato il concerto di Niko Pandetta a Ostia, ma il nipote del boss non ci sta
Next articleRoma, Silvestroni (FdI): “Presentate le liste nei Comuni della provincia”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here