Home Politica Ostia, Niko Pandetta canta per il M5s: sarà ospite sul palco del...

Ostia, Niko Pandetta canta per il M5s: sarà ospite sul palco del X Municipio

0
Niko Pandetta
Niko Pandetta

Ostia, 3 set – “Zio Turi sei stato tu la scuola di vita che mi ha insegnato a vivere con onore, per colpa di questi pentiti sei chiuso là dentro al 41 bis”, cantava il neomelodico Niko Pandetta, nipote del boss catanese Salvatore “Turi” Cappello, detenuto nel carcere duro dal 1993. Chissà se Pandetta proporrà anche questa hit, da milioni di visualizzazioni su YouTube, anche sul palco del “Villaggio dello sport – X Village”, evento clou del cartellone di incontri estivi del X Municipio di Roma fortemente voluto dalla giunta targata Movimento 5 stelle.

Niko Pandetta: “Dovrei essere preso d’esempio”

La partecipazione del neomelodico siciliano Niko Pandetta al concerto del 17 settembre è stata resa nota da Maricetta Tirrito, portavoce del Comitato collaboratori di giustizia, la quale sui suoi social ha dichiarato: “Un concerto che getta l’ennesima ombra su questo territorio”.
Pandetta dopo il clamore suscitato dalla canzone dedicata allo zio ergastolano ha fatto sapere di non essere più il cantore dei valori di Cosa Nostra, e il primo settembre in un lungo post ha ribadito:

“Dovrei essere preso d’esempio come rivalsa ma i giornali e molti altri organi preposti, in svariate regioni d’Italia provano ad intralciare il mio lavoro, i miei live show. Ho ribadito molte volte che grazie alla musica sono una persona nuova e diversa dal passato. Continuano ad additarmi determinate accuse alle quale ho dato ampie risposte e spiegazioni nel corso degli anni. Il brano che mi si contestualizza è stato rimosso dalle scalette dei miei Live Show ben 5 Anni fa. Quindi trovo queste accuse infondate. Ribadisco che potrei essere d’esempio per molti giovani che hanno vissuto o vivono la realtà che ho vissuto anche io. Ringrazio Dio per avermi dato una seconda possibilità. Credendo in me stesso coltivando le mie doti e passioni”. 

Niko Pandetta
Niko Pandetta con lo striscione dedicato all’ultras Antonio Speziale

Peccato che solo nel 2018 si era fatto ritrarre con lo striscione “Speziale libero”, dedicato alla vicenda dell’ultras Antonio Speziale, arrestato per aver ucciso l’ispettore Filippo Raciti a seguito di un incontro sportivo.

L’abiura di Pandetta non ha convinto in molti, anche nello stesso Movimento 5 stelle. A chiedere l’annullamento del concerto sarebbero proprio i grillini proprio del X Municipio che quell’evento l’hanno organizzato. A spiegare i fatti è l’assessore Alessandro Ieva: “Quando si parla di legalità, e di contrasto alla criminalità organizzata, non accettiamo compromessi o tentennamenti. La nostra amministrazione ha governato per tre anni e mezzo un Municipio precedentemente commissariato per mafia, e si appresta a farlo con rigore e trasparenza anche per i prossimi cinque anni”.

Insomma, dopo i fuochi d’artificio pagati dai contribuenti – poi annullati – è il turno del neomelodico che inneggia al boss: le brutte figure per la giunta a 5 stelle sembrano destinate ad aumentare.

Previous articleRoma-Lido, la Capitale dice addio al mare: stop alla linea “balneare”
Next articleMuoversi senza il vaccino: come ottenere il Green Pass con il tampone salivare

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here