Home Politica “In Italia c’è la guerra dei cinghiali”: ecco come la stampa internazionale...

“In Italia c’è la guerra dei cinghiali”: ecco come la stampa internazionale parla di Roma

0
Virginia Raggi

Roma, 3 set – In Italia scoppia la guerra dei cinghiali e nel frattempo i politici si azzuffano tra loro a Roma. Questo è il quadro non proprio lusinghiero che traccia il giornale inglese Telegraph della situazione nella Capitale.

Vigilanzatv, con la traduzione di Marco Zonetti, fa emergere tutto l’orrore dei cugini inglesi per lo scandalo di proporzioni davvero internazionali che ha investito l’Italia a causa dell’incuria di quella che un tempo era la città immortale ma che oggi è ricordata più per l’emergenza rifiuti e la presenza di animali selvaggi per le strade.

Il sindaco di Roma Virginia Raggi, dopo la pioggia di scandali legati alla campagna per la sua rielezione (prima per la vicenda dei fuochi d’artificio pagati dai cittadini alla cena elettorale, e poi per il neomelodico che esalta i boss invitato ad esibirsi sul palco del X Municipio di Ostia) non trova pace neanche fuori dai confini italiani. Il quotidiano inglese l’ha accusata di pensare più a litigare con il governatore del Pd Nicola Zingaretti piuttostoche a risolvere un problema annoso – e imbarazzante – come quello del degrado della Capitale. Solo cinque anni fa il giornale parlava in maniera molto diversa del sindaco Raggi, il “Rome’s first female mayor” ha portato molti record alla sua città, troppi negativi però.

In Italia c’è la guerra dei cinghiali e Raggi fa campagna elettorale

“La Raggi è lei stessa in parte responsabile dell’infestazione di cinghiali, non essendo riuscita a tenere sotto controllo l’emergenza rifiuti: i cassonetti dell’immondizia traboccanti offrono pasti agevoli per i voraci onnivori”, scrive la penna al vetriolo di Nick Squires.

Ma i cinghiali non sono solo spia di incuria e degrado, rappresentano un problema per per l’economia agricola locale: i cinghiali sono responsabili di aver distrutto milioni di euro di raccolti. Un problema che ha portato gli agricoltori a protestare al grido di: “Noi seminiamo e i cinghiali raccolgono”. Ma i cinghiali inficiano anche sul fronte sicurezza: non sono pochi i sinistri stradali che vedono protagonisti i cinghiali, causando morti da entrambe le parti.

Insomma un quadro a tinte fosche che si spera non debba essere ripreso e aggiornato, ancora una volta in negativo, tra cinque anni.

Previous articleLozzi: “Io contro il green pass. Né di destra, né di sinistra, con REvoluzione civica puntiamo ad entrare in Comune”
Next articleMusica, al via a Lanuvio il Festival Internazionale Lauri-Volpi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here