Home Cronaca “Arrivano gli ispettori”: così il finanziere infedele annunciava i controlli

“Arrivano gli ispettori”: così il finanziere infedele annunciava i controlli

0
finanzieri infedeli

Roma, 2 set – Il finanziere infedele annunciava i controlli con il giusto preavviso per permettere agli imprenditori di regolarizzare la posizione dei dipendenti a nero. Sono queste le accuse con cui i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misure interdittive nei confronti di A.O., appartenente al Corpo, e O.C., imprenditore del litorale. I fatti sono correlati, appunto, alla rivelazione di notizie d’ufficio che dovevano rimanere riservate concernenti controlli in materia di lavoro sommerso.

Le indagini, condotte dal Gruppo di Civitavecchia e coordinate dalla citata Procura della Repubblica, hanno consentito di fare luce su singoli episodi in cui in cui O.C. e altri imprenditori venivano preventivamente informati dell’esecuzione delle attività ispettive del comando, riuscendo, in tal modo, a regolarizzare in tempo utile la posizione di alcuni lavoratori.

Il finanziere infedele è stato sospeso per un anno

In particolare, il G.I.P. ha disposto la sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio nei confronti di A.O. e il divieto temporaneo di svolgere la propria attività d’impresa per O.C., in entrambi i casi per la durata di un anno.

L’odierna operazione testimonia il costante impegno dell’Autorità Giudiziaria e della Guardia di Finanza nel contrasto a ogni condotta illecita dei funzionari pubblici, anche all’interno della stessa Amministrazione.

Previous articleRapinava e rubava a La Rustica: 4 giovani romani lo “puniscono” e si beccano l’aggravante razziale
Next articleLa denuncia di Fratelli d’Italia: “II Municipio invaso dai rifiuti”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here