Home Dal Mondo (Video) Razzi contro l’aeroporto di Kabul: l’Isis rivendica l’attentato su Telegram

(Video) Razzi contro l’aeroporto di Kabul: l’Isis rivendica l’attentato su Telegram

0

Roma, 30 ago – Sono sei i razzi diretti contro l’aeroporto di Kabul lanciati dall’Isis. E’ ancora altissima la tensione in Afghanistan. Lo Stato islamico ha rivendicato la responsabilità di un attacco missilistico avvenuto oggi presso l’aeroporto di Kabul. E’ quanto riferisce il gruppo “Nasher News” su Telegram. “Con la grazia di Dio onnipotente, i soldati del califfato hanno preso di mira l’aeroporto internazionale di Kabul con sei razzi Katyusha”, si legge nella rivendicazione. Fonti statunitensi hanno riferito che la difesa antimissilistica Usa ha intercettato almeno cinque razzi lanciati contro l’aeroporto di Kabul oggi. In precedenza, la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, ha detto che il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, è stato informato “dell’attacco missilistico contro l’aeroporto internazionale Hamid Karzai” a Kabul e ha ribadito “l’ordine ai comandanti di raddoppiare gli sforzi per dare priorita’ a tutto il necessario per proteggere le nostre forze sul terreno”. Il lancio di razzi è avvenuto meno di 48 ore prima che gli Stati Uniti completino il ritiro militare dall’Afghanistan. L’attacco missilistico è avvenuto il giorno dopo che gli Stati Uniti hanno lanciato un attacco con droni contro un veicolo che, secondo i funzionari statunitensi, rappresentava una “minaccia imminente dello Stato islamico del Khorasan” per l’aeroporto internazionale di Kabul. Gli aerei militari statunitensi hanno continuato con le evacuazioni dall’aeroporto dopo l’attacco missilistico.

 

Sarebbe salito, intanto, a dodici vittime, tra cui sei bambini, il bilancio dell’attacco aereo statunitense avvenuto ieri vicino all’aeroporto internazionale di Kabul, in Afghanistan, secondo quanto riferisce l’emittente televisiva satellitare qatariota “Al Jazeera”. Ieri, due fonti statunitensi hanno confermato al “New York Times” che gli Usa hanno condotto un attacco aereo a Kabul contro una “minaccia credibile”. In precedenza il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, aveva riferito che il raid Usa ha colpito un uomo intenzionato a farsi esplodere all’interno del suo veicolo nella zona dell’aeroporto della capitale dell’Afghanistan, gia’ teatro di un violentissimo attentato lo scorso 26 agosto, rivendicato dallo Stato islamico del Khorasan e costato la vita ad almeno 169 afgani e 13 militari Usa. Sabato sera, 28 agosto, il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, aveva avvertito del pericolo “molto concreto” di un nuovo attacco dello Stato islamico nelle successive 24-36 ore. Inoltre, il capo della Casa Bianca aveva affermato che l’attacco con droni che all’alba del 28 agosto ha colpito due “profili di primo piano” dello Stato islamico del Khorasan nella zona di Jalalabad non sarebbe stato l’ultimo. La mattina di ieri l’ambasciata Usa a Kabul aveva invitato tutti i suoi cittadini a tenersi lontani dall’aeroporto.

Razzi su Kabul: si temono altri attentati dell’Isis

Con l’attacco aereo condotto ieri pomeriggio a Kabul, gli Stati Uniti hanno eliminato “una minaccia imminente” dello Stato islamico del Khorasan diretto verso l’aeroporto internazionale Hamid Karzai. Lo ha dichiarato in una nota il portavoce del Comando centrale delle forze Usa, Bill Urban, confermando il raid che, secondo quanto riferito in precedenza dai talebani, avrebbe colpito un uomo intenzionato a farsi esplodere all’interno del proprio veicolo nella zona dell’aeroporto. “Siamo fiduciosi di aver colpito l’obiettivo. Significative esplosioni secondarie dal veicolo indicano la presenza di un sostanzioso carico di materiale esplosivo all’interno”, ha aggiunto l’ufficiale. Urban ha precisato che gli Stati Uniti stanno valutando ora “la possibilità di vittime civili“, ma finora “non ci sono indicazioni” in tal senso. In precedenza il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, aveva riferito che il raid Usa ha colpito un uomo intenzionato a farsi esplodere all’interno del suo veicolo nella zona dell’aeroporto della capitale dell’Afghanistan, già teatro di un violentissimo attentato lo scorso 26 agosto, rivendicato dallo Stato islamico del Khorasan e costato la vita ad almeno 169 afghani e 13 militari Usa.

Previous articleEmergenza rifiuti, Figliomeni (FdI): “Soccorso di Napoli ulteriore umiliazione per Roma”
Next articleBorseggiatori in azione a Trastevere, arrestati due cittadini stranieri

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here