Roma, calci e pugni alla compagna per gelosia: arrestato 33enne

by romalife
Violenza donne

Roma. 22 lug – La Polizia di Stato ha arrestato un 33enne romano per maltrattamenti. Alla base dei suoi comportamenti, oltre che la sua smodata gelosia nei confronti della compagna, anche abuso di alcol e droga.

La relazione tra i due, entrambi romani, durava da tre anni. Se all’inizio tutto sembrava andar per il verso giusto, gradualmente a causa dell’atteggiamento ossessivo dell’uomo è diventato un inferno. Egli arrivava a chiederle, ogni volta che la vedeva on line su whatsapp, di riferirgli tutti i messaggi inviati. Liti che si trasformavano in aggressioni da parte dell’uomo sulla fidanzata, presa a calci e pugni come nell’ultimo episodio.

Questa volta, però. grazie ad una segnalazione al NUE 112, è intervenuta tempestivamente la pattuglia del commissariato Colombo, diretto da Isea Ambroselli che, in collaborazione con gli agenti dell’VIII Distretto Tor Carbone, diretto da Laura Petroni, che hanno arrestato l’uomo per maltrattamenti e lesioni.

La donna vittima delle violenze ha raccontato agli agenti molti episodi in cui è stata costretta a subire tormenti non solo fisici  ma anche psicologici: ad esempio, nel giorno in cui stava festeggiando il suo 40esimo compleanno, l’uomo l’ha picchiata con calci, pugni e schiaffi spalmandole sul viso il kebab che la donna si era rifiutata di mangiare e offendendola con frasi ingiuriose. Per il 33enne, con precedenti di polizia, è stata disposta la misura della custodia cautelare in carcere.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento