Green pass, la protesta dei ristoratori: “E’ punitivo per bar e ristoranti”

by romalife
Ristorante chiuso

Roma, 22 lug –  Sergio Paolantoni, presidente di Fipe-Confcommercio Roma, la Federazione dei Pubblici esercizi, esprime a nome della categoria estrema  preoccupazione sull’impatto che le misure che il Governo si appresta a prendere sul Green pass  avranno avere su bar, ristoranti  e settore dell’accoglienza già da tempo  già vessate da mesi di misure restrittive e che subisce ancora per la diminuzione drastica del turismo internazionale.

“Se l’introduzione del Green pass dovesse valere anche per bar e ristoranti il 43 per cento dei cittadini di Roma e del Lazio non potrebbe entrare in queste attività. Sono infatti 2,2 milioni i cittadini non ancora vaccinati e di questi 1,8 milioni non hanno ancora avviato il ciclo non per scelta ma più verosimilmente per effetto dei tempi tecnici della campagna vaccinale. D’altra parte la campagna avviata dalla Regione Lazio passa per essere una delle piu’ efficienti del Paese”, dichiara Paolantoni.

“Assolutamente condivisibile é invece la posizione della Conferenza delle Regioni perché fa del Grreen pass uno strumento positivo finalizzato a far ripartire le attivita’ ancora chiuse come le discoteche e ad affrontare in prospettiva il peggioramento dei livelli di rischio sulla base dei nuovi parametri allo studio degli esperti” conclude il presidente di Fipe-Confcommercio Roma.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento