Continisio: “Zingaretti fa le passerelle nelle periferie. Ma la piazza del Tiburtino III è già in stato di abbandono”

by romalife
continisio zingaretti tiburtino iii

Roma, 22 lug – “A distanza di appena 4 mesi dalla sua inaugurazione,la nuova piazza del Tiburtino III sembra essere già finita nel dimenticatoio. Ad oggi ancora non é chiara la situazione riguardante la manutenzione del parco”.  E’ questa la denuncia dei cittadini del quartiere e del presidente dell’associazione di Tiburtino III, Marco Continisio.  La pulizia dell’area e il mantenimento del verde infatti, non viene effettuata né dal comune né tanto meno da Ater. I residenti, che inizialmente hanno affollato il parco, sembrano essersi rassegnati data la mancanza di un punto d’ombra e negli ultimi tempi hanno abbandonato l’idea di portarci i loro bambini . Inoltre l’impianto di illuminazione ancora non è attivo e questo comporta l’impossibilità di utilizzare il parco nelle ore più fresche.

“In questi giorni la regione Lazio ha inaugurato nuove aree playground nelle periferie romane”, spiega Continisio. Qualche giorno fa il presidente Nicola Zingaretti ha inaugurato una nuova area verde a San Basilio, replicando l’ennesima passerella in vista delle elezioni. Anche in questa occasione, come già accaduto qualche mese fa al Tiburtino III, i residenti non hanno perso occasione per ricordare al presidente della Regione le condizioni disastrose delle periferie romane”.

“Purtroppo con il passare del tempo i nostri sospetti sono stati confermati”, aggiunge Continisio, “nessuno si è occupato della manutenzione del Parco Anna Magnani, se non i volontari della mia Associazione ed alcuni cittadini. Periodicamente ci occupiamo di pulire quanto possibile l’area e di annaffiare le piante, ma é inaccettabile che le istituzioni abbiano già dimenticato le promesse fatte il giorno dell’inaugurazione. Al presidente della regione Zingaretti e ai vertici Ater voglio ricordare che non serve costruire un area verde per cancellare il degrado in cui siamo costretti a vivere e i cittadini ad ottobre ne terranno conto quando andranno alle urne. In ogni caso porterò avanti alcune iniziative per mantenere vivo questo spazio, come fatto alcuni giorni fa quando ho piantato decine di fiori nelle zone più trascurate”

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento