Colleferro, processo Willy. Il teste: “Preso a calci da chi era abituato a picchiare”

by romalife
Willly, Colleferro

Roma, 22 lug – . Sul banco dei testimoni a Frosinone, per il processo Willy Monteiro Duarte, è la volta di Alessandro Rosati. Il 20enne è il fidanzato della ragazza a cui Pincarelli fece degli apprezzamenti la sera tra il 5 e il 6 settembre scorso a Colleferro.

“I calci dei fratelli Bianchi a Willy”

“Vedo arrivare i fratelli Bianchi e vedo uno dei due fratelli sferrare un calcio a Willy. Il colpo lo ha colpito frontalmente. L’ho visto cadere. Non so distiguere chi dei due ha sferrato il calcio. E in quell’istante ho chiamato Federico per invitarlo ad andare via”Episodio poi degenerato in lite e poco dopo nel pestaggio del cuoco 21enne di Paliano. Nel ripercorre le fasi concitate di quella serata, Rosati ha riconosciuto tutti i 4 imputati per omicidio volontario e poi a proposito del calcio sferrato a Willy ha specificato: “Si trattò di un calcio tirato da qualcuno che lo sapeva fare, con una determinata tecnica, con una determinata potenza”.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento