Home Cronaca Pomezia, rifacimento strade e marciapiedi in via Naro: ci sono i finanziamenti

Pomezia, rifacimento strade e marciapiedi in via Naro: ci sono i finanziamenti

0

L’area industriale di via Naro si appresta ad un intervento di riqualificazione della viabilità stradale e pedonale. Il Comune di Pomezia ha partecipato con successo ad un bando regionale ottenendo un finanziamento di 400mila euro per la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria, all’interno o al servizio di aree destinate ad insediamenti artigianali e/o industriali. Il progetto prevede la realizzazione di marciapiedi, l’adeguamento e la messa in sicurezza degli incroci, la manutenzione e riqualificazione della rete di raccolta delle acque meteoriche, il ripristino e nuova realizzazione di segnaletica verticale e orizzontale, la predisposizione di una ricarica per veicoli elettrici e il rifacimento della pavimentazione stradale dei tratti più ammalorati.

“Via Naro rappresenta un’arteria strategica del comparto industriale di Pomezia – ha spiegato l’Assessore Giuseppe Raspa – Con questo intervento procederemo alla messa in sicurezza degli incroci, al rifacimento della pavimentazione stradale e della segnaletica verticale e orizzontale mettendo in sicurezza i tanti cittadini che ogni giorno vi transitano”.

“Un progetto di riqualificazione importante – ha aggiunto il Sindaco Adriano Zuccalà – che valorizza un punto nevralgico e ci permette di unire la destinazione industriale dell’area con la realtà residenziale-commerciale ormai consolidata e in fase di sviluppo. Saranno infatti realizzati anche marciapiedi idonei al flusso pedonale e all’utilizzo da parte di persone con disabilità. Il progetto prevede inoltre la riqualificazione del sistema di raccolta delle acque meteoriche, con cui contiamo di risolvere definitivamente il problema dei frequenti allagamenti”.

Previous articleAl Parco archeologico del Colosseo torna l’extravergine degli antichi Romani
Next articleRegimenti (Lega): “Serve strategia farmaceutica per affrontare emergenze sanitarie”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here