Costarelli (Anp Roma) su crollo IC Montessori: “Scuole romane necessitano verifiche periodiche”

by Giacomo Pasquetti

“Torniamo a chiedere un intervento sistematico sulle scuole del Lazio, partendo dalla Capitale. Da tempo domandiamo una ricognizione di controllo, in tema edilizia scolastica, in un quadro generale in cui una volta per tutte vengano stabilite, e rese pubbliche, delle priorità. Accanto ad una programmazione puntuale comprensiva delle spese comunicate agli istituti”. A dirlo Cristina Costarelli, vicepresidente dell’Associazione Nazionale Presidi (ANP) di Roma, all’indomani della tragedia sfiorata all’Istituto Comprensivo Maria Montessori, al quartiere romano Montesacro, per il crollo del controsoffitto.

“Quello che manca, poi – prosegue Costarelli – insieme all’ampliamento degli investimenti, sono i controlli periodici. Le strutture scolastiche, infatti, oltre a non vedere con solerzia interventi risolutivi, se non quando capita l’irreparabile, non sono sottoposte a verifiche costanti, all’inizio di ogni anno scolastico o ogni estate, ad esempio. Andrebbero eseguiti stabilmente sopralluoghi da parte degli enti preposti, invece tutto è affidato al caso. L’RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) della scuola si occupa di ciò che riguarda la sicurezza del personale, ma sugli edifici scolastici si limita alle segnalazioni perché non ha il compito di poter verificare. Attraverso verifiche fisse, magari quanto accaduto all’istituto Montessori poteva essere evitato”.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento