Baldassarre (Lega) attacca Fedez: “Ddl Zan va letto per capire che è censura”

by Martina Grillotti

“Fedez, canta che ti passa e non fare il politico. Sono anni che la festa del primo maggio è diventata un comizio di sinistra, con copertura garantita dal servizio pubblico e, quindi, a spese di tutti i contribuenti. Un palcoscenico ideologico utilizzato unicamente per attaccare i cosiddetti avversari politici”: sono le parole di Simona Baldassarre, medico, europarlamentare della Lega, Responsabile del Dipartimento Famiglia del Lazio.

Baldassarre ha poi aggiunto: “Da festa dei lavoratori, ormai, a megafono di ricchi e potenti privilegiati che in realtà ignorano la vita e la vera condizione dei lavoratori. Tutto mi sarei aspettata tranne di vedere un Fedez vessillo della nuova sinistra sbiadita, evidentemente in crisi di idee e di identità. Mi viene da rimpiangere Berlinguer. Per quanto riguarda il Ddl Zan, visto che per Fedez è una battaglia fondamentale, rinnovo l’invito a leggerlo veramente. Così capirà che contiene proprio quella censura alla libertà di opinione che lui rivendica come diritto”.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento