Filier cartotecnica, Righini (FdI): “Poste Italiane riveda sua scelta”

by Giacomo Pasquetti

“Lo spettro della delocalizzazione è conseguente perdita posti di lavoro aleggia anche sul Lazio e rischia di colpire aziende d’eccellenza. Con una interrogazione chiedo alla Regione d’intervenire presso il Governo sulla decisione di Poste Italiane che, rinegoziando al ribasso a livelli insostenibili il prezzo per il rinnovo della fornitura di buste di carta, ha di fatto favorito imprese straniere. Ad essere messa fuori gioco è la Blasetti Spa, un’azienda del territorio fondata quasi un secolo fa, con uno stabilimento a Pomezia che produce un milione di buste per corrispondenza commerciale al giorno, che occupa circa cento dipendenti e lavora sei milioni di chilogrammi di carta l’anno acquistata da fornitori italiani”.

“Casi come questo pongono con forza alla Politica il tema della ridefinizione delle regole di concorrenza commerciale, parametrate ai costi del lavoro e fiscali dei vari paesi UE. Anche in termini di economia verde l’utilizzo di prodotti a km zero, come le buste prodotte in provincia di Roma in prossimità del Centro di Poste Italiane, è da incentivare onde evitare l’impatto ambientale prodotto dai trasporti intercontinentali”, Così in un comunicato Giancarlo Righini consigliere regionale del Lazio di Fdi.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento