Allarme su un volo internazionale: aereo scortato dai caccia italiani per “pericolo” ignoto

by Giacomo Pasquetti

Un aereo civile della compagnia israeliana ELAL, decollato da New York diretto a Tel Aviv, ha attivato le procedure di allarme mentre era in volo nei cieli sopra il Mediteranneo. Al momento non è noto il motivo per cui il velivolo, mentre solcava i cieli del Mediterraneo centrale, è stato preso in consegna dai caccia dell’Aeronautica militare italiana che lo hanno scortato fino all’ingresso nello spazio aereo greco, come previsto dalla procedura Nato in caso di pericolo imminente.

Fonti militari greche non escludono l’allarme per la possibile presenza di un ordigno a bordo mentre alcuni media parlano di un allarme di dirottamento, ma nessun dettaglio filtra al momento. Se non che l’aereo è stato poi preso in consegna dai caccia greci fino alla parte meridionale di Creta e poi da quegli israeliani che lo hanno condotto al Ben Gurion Tel Aviv.

Quando l’aereo è entrato nello spazio aereo ellenico sopra l’isola di Cefalonia, nel punto in cui la FIR (Flight information region) italiana e greca si intersecano, dal Centro interdisciplinare delle operazioni aeree della Nato a Torrejon, in Spagna, è stata notificata la richiesta di scortarlo. Erano le 9 del mattino. Due coppie di caccia F-16 greci decollati da Araxos e Kastelli hanno accompagnato l’aereo fino a quando non è entrato nello spazio aereo israeliano.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento