Urlotifoso: “Portare a casa 3 punti era fondamentale, la Lazio lo ha fatto!”

by Giacomo Pasquetti

Continua la rubrica sportiva all’interno di RomaLife. Diamo spazio ai tifosi delle squadre più amate: la Lazio e la Roma. Grazie alla loro passione, dopo ogni partita, ci caleremo nell’analisi della gara e del momento. Per la Lazio si occupa della rubrica Daniele Gianfelici, tifosissimo biancoceleste, con la Lazio nel sangue. Vi ritrovate nell’analisi del nostro amico-redattore-tifoso? Il giorno successivo ad ogni match, troverete sulle nostre pagine, la rubrica che mira ad essere un appuntamento fisso, un momento d’incontro a tinte biancocelesti e perché no un sano sfottò. Cosa aspettate? Buona lettura.  Lazio-Spezia 2-1

(di Daniele Gianfelici)
“CIAO GUERO!
Con queste parole si apre la 29° giornata di serie A per la Lazio.
La perdita improvvisa di Daniel Guerini, dopo un tragico incidente stradale, ha scosso l’intero ambiente biancoceleste.
Daniel era un ragazzo di 19 anni che giocava nella primavera della Lazio.
Con il suo numero 10 sulle spalle sognava di diventare un punto di riferimento per la Lazio e per i suoi tifosi.
Purtroppo la vita è imprevedibile, ma lui vivrà per sempre nella memoria delle persone che lo hanno amato e gli hanno voluto bene.
Ciao Guero!

La partita inizia con lo Spezia subito propositivo. Sviluppando il gioco nella metà campo avversaria costruisce due azioni pericolose con Farias al 13′ e Gyasi al 16′.
La squadra di Inzaghi viene sorpresa dall’atteggiamento aggressivo degli avversari anche se ha avuto un occasione da gol dopo 9 minuti con Correa che a tu per tu con il portiere spezzino calcia alto.
Per tutto il primo tempo la Lazio commette errori banali sbagliando quasi sempre l’ultimo passaggio.

Nel secondo tempo la Lazio è più presente e organizzata. Dopo un altro gol sbagliato da Correa, al 56′ passa in vantaggio tramite una ripartenza che vede Lazzari segnare il gol del 1 a 0.
La Lazio gestisce il risultato ma non chiude la partita e lo Spezia pareggia al 73′ con un gol bellissimo di Verde.
Al 88′ calcio d’angolo per la Lazio, sugli sviluppi Marchizza tocca ingenuamente la palla in area con un braccio e, dopo la consultazione al var, l’arbitro indica il dischetto di rigore. Batte Caicedo che porta in vantaggio la squadra di Inzaghi.
Nei minuti di recupero prendono sopravvento il nervosismo e la poca lucidità e viene espulso prima Lazzari per un comportamento antisportivo, poi Correa per doppia ammonizione.
Complessivamente non è stata una bella partita da parte della Lazio. C’è stata poca precisione nei passaggi e soprattutto sotto porta.

Come sempre la prima partita dopo la sosta nasconde delle insidie dettate dalla condizione fisica e anche dal numero importante di giocatori che hanno disputato 3 partite in 7 giorni con la nazionale.
Portare a casa i 3 punti rimane la cosa fondamentale, e la Lazio lo ha fatto!”

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento