Pasqua, a Nettuno la Passione è “On the road”

by Martina Grillotti

In occasione della Settimana Santa l’Ente Nettunese Sacre Rappresentazioni ha organizzato “La Passione On The Road”. Dopo l’annullamento della 41esima edizione lo scorso anno a causa della pandemia, l’Associazione di Nettuno presenta questo nuovo progetto che prevede 13 vele fotografiche che ripropongono suggestivamente il racconto della Passione di Cristo, con pacata aderenza al testo evangelico e con sorprendente realismo. Seguendo il percorso delle 13 vele, insieme ripercorriamo le fasi della Passione di Cristo, con l’entrata a Gerusalemme, fino alla Crocifissione. Il percorso terminerà al Santuario, dove saranno poste le tre Croci che verranno issate la sera del Venerdì Santo per ricordare questa 42esima edizione.

“Con questo progetto – spiega il presidente dell’Ente Nettunese Sacre Rappresentazioni Fausto Onori – abbiamo voluto mantenere vivo e salvaguardare il patrimonio immateriale di cui siamo depositari, anche quando non ci sono le circostanze ottimali per poterlo riprodurre. In questa prospettiva c’è anche la vicinanza della nostra Amministrazione Comunale che è stata chiamata al rinnovo del protocollo d’intesa tra i Sindaci, siglato a Roma nel 2018 con Europassione per l’Italia. Insieme, stiamo lavorando alla fase conclusiva dell’implementazione del dossier di candidatura per il riconoscimento come patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO. Le sequenze del racconto raggiungono l’immaginazione e il cuore delle persone, credenti e laici, quasi si trattasse di una contemplazione del dramma di Cristo, solo dal quale è possibile conoscere l’intensità e l’estensione dell’Amore con il quale Gesù ci ha amato fino alla morte in croce.  Accade sempre che nel racconto della Passione gli uomini scoprono in Gesù un compagno di viaggio che resta loro ogni giorno vicino sino alla fine del mondo, illuminando di una nuova luce e di intenso significato ogni avvenimento e ogni situazione della propria vita. Sarà possibile condividere insieme questo momento – aggiunge Fausto Onori –  attraverso la televisione locale Young tv che si è messa a disposizione, sui canali terrestri 199 e 871 e in Streaming www.Youngtvallmusic.it  e sui social del Santuario e della nostra Associazione, per tutta la Settimana Santa e con la messa in onda della Passione 2019 la sera del Venerdì  Santo con inizio alle 21.05. A nome dell’Ente Nettunese Sacre Rappresentazione – conclude Fausto Onori –  voglio ringraziare l’Amministrazione Comunale nella figura del Sindaco Ing. Alessandro Coppola, l’Assessore alla Cultura  Camilla Ludovisi, la Dirigente Margherita Camarda, i Padri Passionisti e tutti coloro che hanno condiviso questo progetto”.

“Ringrazio L’Ente Nettunese Sacre Rappresentazioni  e il presidente Fausto Onori – dichiara il Sindaco Alessandro Coppola – per questo bellissimo progetto che ci permetterà di vivere un momento di condivisione nonostante questa pandemia ci costringa anche quest’anno stare lontano da alcuni dei nostri affetti durante le festività pasquali. Progetti di questo genere ci aiutano a restare uniti e a valorizzare quel senso di comunità che è fondamentale incentivare in momenti difficili come quelli dettati da questa emergenza sanitaria che ha stravolto le nostre vite nell’ultimo anno. Colgo l’occasione per rivolgere a tutti i cittadini di Nettuno i miei più sentiti auguri di Buona Pasqua”.

“L’emergenza Coronavirus ci ha tolto molti momenti di condivisione e di partecipazione – dichiara l’Assessore alla Cultura Camilla Ludovisi – tra questi c’è senz’altro la Passione di Cristo organizzata dall’Ente Nettunese Sacre Rappresentazioni, molto sentito e partecipato da tutta la nostra comunità. Questa iniziativa “Passione On The Road” permetterà a tutti noi di sentirci un po’ più vicini durante queste festività pasquali che potremmo passare solo con pochi affetti cari, tenendoci lontani da molti altri che potremmo salutare solamente a distanza. Ringrazio Fausto Onori in qualità di presidente per questo progetto che ci aiuta un po’ ad ridurre le distanze a cui siamo costretti attendendo con ansia il giorno in cui potremmo assistere a questo evento, e a tanti altri, di persona insieme ai nostri amici e parenti”.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento