Centro affido e adozione, Campidoglio potenzia il supporto

by Martina Grillotti

Il Campidoglio ha potenziato il supporto per gli interventi dell’affidamento familiare presso il Centro per l’Affido e l’Adozione di Roma Capitale con lo scopo di valorizzare la disponibilità della comunità cittadina all’accoglienza temporanea di minori in difficoltà e sostenere con più forza l’assistenza a minori e famiglie lungo il percorso dell’affido.

Il servizio di supporto, attivato tramite bando – spiega una nota del Campidoglio -, va a integrare e potenziare gli interventi già avviati dal Centro, istituito presso il Dipartimento Politiche Sociali di Roma Capitale, con funzioni di coordinamento, monitoraggio e promozione dell’affidamento familiare, supervisione della raccolta e della valorizzazione delle disponibilità ricevute, in collaborazione con Servizi Sociali municipali, Asl e associazioni iscritte all’Albo, e custodia dell’elenco delle famiglie per l’affido. Viene così supportato il servizio di call center cittadino sull’affidamento familiare e le adozioni, che risponde dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 al numero 06.68806880.

Tra le altre azioni valorizzate vi sono gli incontri di formazione e orientamento sul tema dell’affido familiare, i colloqui di valutazione socio-ambientale e psicologica per i potenziali nuclei affidatari e i percorsi di formazione, insieme a promozione di giornate tematiche e seminari, anche in collaborazione con le realtà territoriali attive sul tema dell’affido, visite domiciliari, supporto degli affidamenti realizzati in collaborazione con i Municipi, attivazione di gruppi di sostegno o auto-mutuo-aiuto, partecipazione a équipe multidisciplinari finalizzate al monitoraggio di progetti individuali, predisposizione e aggiornamento della Banca Dati e supporto tecnico-amministrativo lungo il progetto di affido.

“Con questa azione – dichiara il sindaco di Roma Virginia Raggi – puntiamo a potenziare concretamente il servizio di sostegno e supporto ai minori in difficoltà e alle famiglie che scelgono l’affido. L’orizzonte che guida il nostro impegno è avere una struttura amministrativa sempre più solida e capace di prendere in carico i bisogni dei cittadini, a partire dalle persone più fragili, e di orientare e sostenere chi sceglie di mettere in campo un impegno personale per il bene comune”.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento