PIL in caduta libera, Istat: “Contrazione eccezionale in Italia”

by Giacomo Pasquetti

Nel 2020 il Pil ai prezzi di mercato è stato pari a 1.651.595 milioni di euro correnti, con una caduta del 7,8% rispetto all’anno precedente. In volume il Pil è diminuito dell’8,9%.

Così rivela l’Istat secondo cui nel 2020 l’economia italiana ha registrato una contrazione di entità eccezionale per gli effetti economici delle misure di contenimento connesse all’emergenza sanitaria. A trascinare la caduta del Pil (-8,9%) è stata soprattutto la domanda interna, mentre la domanda estera e la variazione delle scorte hanno fornito un contributo negativo limitato.

L’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche, misurato in rapporto al Pil, nel 2020 è stato pari a – 9,5%, a fronte del -1,6% nel 2019, in netto peggioramento per la caduta delle entrate e per il consistente aumento delle uscite, dovuto alle misure di sostegno introdotte per contrastare gli effetti della crisi su famiglie e imprese.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento