Pietralata, spara 13 colpi di pistola contro la porta di un appartamento e poi scappa

by Giacomo Pasquetti

Tredici colpi di pistola esplosi in pieno giorno contro il portoncino di una abitazione dentro la quale si trovavano una donna ed i suoi due figli di 22 e 23 anni, con la mamma poi scappata dal balcone del primo piano dopo aver lasciato i suoi due ragazzi in casa.

Bersaglio di chi ha sparato proprio la 40enne, poi costretta alle cure dell’ospedale per le contusioni riportate dopo essere scappata dal balcone del suo appartamento.

Da una prima ricostruzione fatta dagli investigatori del commissariato Sant’Ippolito, diretto da Roberto Cioppa, utilizzando i reperti della Polizia Scientifica e le informazioni raccolte nel corso del primo intervento da parte degli agenti della Sezione Volanti, sembrerebbe che l’aggressione sia scaturita per vecchi dissapori che con il passare del tempo avrebbero coinvolto la famiglia della donna ed altri lavoratori dell’officina meccanica che si trova al piano terreno della palazzina dove sono stati esplosi i colpi di pistola.

Attraverso la visione di immagini di telecamere di videosorveglianza, i poliziotti sono riusciti ad identificare i responsabili dell’atto, di cui due, un uomo ed una donna al momento risultano irreperibili. Il terzo, un 37enne romano è stato invece rintracciato e denunciato per tentato omicidio, minacce aggravate, danneggiamento aggravato.

Proseguono le ricerche degli altri responsabili così come quelle dell’arma che ha fatto fuoco. Investigatori che stanno comunque cercando di chiarire bene la dinamica dell’accaduto, con la donna ed i figli della stessa che non hanno saputo sino a questo momento fornire indicazioni attendibili ai poliziotti che indagano.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento