Fiano Romano, danni alla scuola. Il comune denuncia: “È un sabotaggio” e Santonastaso si dimette

by Martina Grillotti

FIANO ROMANO – Una denuncia contro ignoti quella presentata ai Carabinieri per una serie di danneggiamenti nel plesso scolastico “Giustiniani” di Fiano Romano. Fino a qui la storia, comunque non bella, rientrerebbe però nei canoni della “normale” cronaca; non fosse che a presentare la denuncia è stato il dirigente del settore tecnico del Municipio, e che a seguito della stessa l’assessore con delega all’istruzione, Davide Santonastaso, si è dimesso.

Insomma, una bomba quella di questa mattina, giovedì 14 gennaio, nel Comune tiberino che ruoterebbe attorno al sospetto di sabotaggi interni avvenuti nella scuola, come messo nero su bianco dallo stesso funzionario municipale nella denuncia sporta presso la locale stazione dei carabinieri di Fiano Romano.

Nel documento si fa esplicito riferimento ad un “sospetto sistematico sabotaggio del plesso scolastico”, in riferimento, tra gli altri, ad un particolare avvenimento datato 4 dicembre 2020. In quella data, infatti, a causa di un tappo rimosso e non più rinvenuto i locali scolastici si sono completamente allagati. Il dirigente comunale avrebbe presentato, secondo quanto si apprende, un dettagliato materiale fotografico allegato alla denuncia. Che arriva in pochissimo tempo nel palazzo del Municipio, seguita dalle dimissioni dell’assessore e vicesindaco Davide Santonastaso, che non appena saputo degli sviluppi di questa mattina ha rimesso le deleghe alla pubblica istruzione nelle mani del sindaco, Ottorino Ferilli

“Insieme, in questi anni, abbiamo fatto molte cose e superato innumerevoli problemi. Ho svolto questo compito con abnegazione e dedizione, come è giusto fare quando si ricopre un incarico istituzionale così importante e delicato – ha scritto Santonastaso nella lettera al primo cittadino – ma come me hai anche tu potuto notare come ai problemi oggettivi si siano sommati in questi anni continui attacchi strumentali e politici alla mia persona. In questa cornice, ovvero davanti alla denuncia contro ignoti avanzata dal dirigente del settore tecnico, a questo punto non posso chiudere gli occhie ancor più confermo la mia decisione”.

Il vicesindaco fianese parla senza se e senza ma di “politica scriteriata e senza scrupoli, motivi per cui, pure con grande sofferenza, riconsegno nelle tue mani la delega alla Pubblica Istruzione. Confido ciecamente nelle tue prossime decisioni, dandoti fin da subito la mia piena disponibilità al passaggio di consegne che si renderà necessario al fine di non creare disservizi. Con questo mio atto voglio continuare a fare quello che ho tentato di portare avanti in questi anni 10 anni: tutelare il mondo della scuola e in particolare modo i nostri piccoli concittadini”.

Sulla vicenda il sindaco Ferilli si è riservato di intervenire nelle prossime ore.

Condividi:

Ti potrebbe interessare anche

Lascia un commento